13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 24, 2021
Home Cronaca/Politica Linea ferroviaria Belluno-Venezia: tre giorni di disagi. Bond: "Non rassegnatevi, segnalate i...

Linea ferroviaria Belluno-Venezia: tre giorni di disagi. Bond: “Non rassegnatevi, segnalate i disservizi”

Dario Bond
Dario Bond

“Anche questa mattina il Belluno-Venezia ha viaggiato con 40 minuti di ritardo, per non parlare di quanto successo ieri quando il Belluno-Venezia delle 7 si è visto costretto ad agganciare il treno precedente delle 6”.

A segnalarlo è il consigliere regionale Dario Bond che sta seguendo l’evolversi della situazione sui binari veneti e, in particolare, della tratta Belluno-Venezia. “E’ stato un inizio settimana semplicemente disastroso. Non ci sono scusanti”.

Il treno partito questa mattina da Belluno alle 7 è arrivato a Feltre alle 7,40 per partire solo mezz’ora dopo perchè ha dovuto aspettare il treno in arrivo da Montebelluna, ovviamente in ritardo.

Ieri, invece, sempre il treno delle 7 si è dovuto fermare a Montebelluna con circa venti minuti di ritardo, fare marcia indietro e agganciare il treno partito alle 6,40 da Feltre (e alle 6 da Belluno) e che si trovava in avaria. “Questo significa che chi è partito a Belluno alle 6 del mattino per recarsi a Venezia ha impiegato circa 4 ore. In pratica, un’andata e ritorno Roma-Venezia con Freccia Rossa”, sottolinea Bond.

“Mi è stato riferito di un ragazzo esasperato che stamattina si lamentava del fatto che al terzo giorno di ritardo rischiava di perdere il lavoro”, racconta Bond. “Non è una situazione tollerabile”.

Non solo: una delle due carrozze del treno era senza riscaldamento.

“Continuo a segnalare tutti questi disagi perchè non voglio che passi la linea della rassegnazione. Ho informato anche gli uffici regionali perchè è giusto che sappiano come si comporta Trenitalia. Ricordo che i treni che ci sono devono essere garantiti perchè c’è un contratto di servizio che parla chiaro e che destina precise risorse. Il mio è un appello perchè si continui a segnalare quello che non va. E’ un primo passo per risolvere il problema”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente all’ambulanza del Suem

Ponte nelle Alpi, 24 gennaio 2021 - Alle 9:30 di questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti lungo la SS 51 in via...

Ricognizione sul territorio. Padrin: «Il problema maggiore riguarda le risorse; le nevicate hanno esaurito i budget dei Comuni montani»

Dopo l'ultimo episodio di maltempo, la Provincia ha voluto capire quale fosse la situazione sul territorio. Soprattutto in montagna, dove sono caduti dai 30...

Una task force di medici e amici del Rotary per sconfiggere il Covid-19

Sono oltre un centinaio i soci del Rotary del Triveneto, medici e non solo, che hanno aderito ad End Covid Now, offrendo la propria...

Covid, “zona Sudtirol”. Bond (FI): «Bolzano ancora una volta fa quello che vuole. Assurdo, soprattutto per i territori contermini»

«Il governo sa che oltre a rossa, arancione e gialla esiste anche la "zona Sudtirol"? E lo sa che a Bolzano fanno quello che...
Share