13.9 C
Belluno
martedì, Gennaio 26, 2021
Home Cronaca/Politica Presentato il bilancio delle iniziative per salvare la Provincia dal Comitato "Salviamo...

Presentato il bilancio delle iniziative per salvare la Provincia dal Comitato “Salviamo la Provincia di Belluno”

Si è svolta venerdì mattina al Centro Giovanni XXIII di Belluno l’assemblea in cui il Comitato “Salviamo la Provincia di Belluno” ha presentato il bilancio della fiaccolata organizzata a Belluno mercoledì 24 ottobre e ha avanzato una proposta per l’utilizzo degli 877 euro rimasti in modo da dare ulteriore risonanza al messaggio espresso dalla mobilitazione popolare.

Le offerte ricevute dal Comitato sono ammontate a 10.348 euro. Le spese sostenute hanno raggiunto i 9.471 euro. L’avanzo è stato quindi di 877 euro.

L’assemblea si è aperta con la presentazione del bilancio dell’iniziativa da parte del Comitato. Bilancio che è stato certamente positivo, per più ragioni: il risultato di salvare la Provincia è stato raggiunto; la mobilitazione popolare è stata notevole e ha coinvolto tutte le vallate del Bellunese; la collaborazione e la concordia tra le parti è stata efficace, ben visibile e apprezzata, tanto che da molti si è levato l’auspicio che questo modo di operare possa continuare; si è manifestato più chiaramente che in altre occasioni il legame profondo di tanta gente per la sua terra: un patrimonio importante, da valorizzare.

In definitiva – ha sottolineato il Comitato – la manifestazione è stata un passo di quello che si spera possa diventare un lungo cammino capace di portare più competenze e più risorse alla Provincia di Belluno.

Nell’occasione il Comitato ha voluto anche ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della fiaccolata e delle iniziative connesse: le forze politiche, economiche, sociali, culturali, del volontariato e della Chiesa che l’hanno decisa e sostenuta; chi ha offerto un proprio contributo in denaro; chi ha garantito il sostegno logistico (come il Comune di Belluno); chi ha assicurato un’informazione puntuale ed efficace (i mezzi di comunicazione); chi ha distribuito i manifesti, realizzato le coccarde e si è preso cura di tanti particolari che hanno favorito il successo dell’evento; chi ha animato gratuitamente la manifestazione come i volontari che si sono recati sulle montagne, i due speaker, chi ha aiutato l’organizzazione e la gestione della sfilata; chi ha prestato la sua opera senza chiedere nulla in cambio, come la Valbelluna Emergenza e come chi ha offerto lo spazio per proiettare le luci luminose in piazza.

Per rinforzare e dare un seguito al messaggio della manifestazione, il Comitato ha infine proposto di utilizzare i soldi rimasti per realizzare otto trasmissioni televisive su Telebelluno che, contattata, ha dimostrato grande sensibilità, accettando di collaborare anche sotto costo. Sensibilità che già aveva dimostrato in ottobre garantendo la trasmissione in diretta della fiaccolata e facendola precedere, gratuitamente, da vari spazi di approfondimento.

Le trasmissioni saranno animate, due a testa, dalle 4 aree di cui si compone il Comitato: quella dell’economia e del lavoro, quella della politica, quella del volontariato e della cultura, quella della Chiesa in modo da dare voce alle varie componenti della società bellunese.

L’assemblea ha accolto favorevolmente l’idea di destinare i soldi rimasti alla realizzazione delle trasmissioni televisive, con alcune sottolineature.

Il direttore dell’Ascom, Luca Dal Poz, ha fatto presente che il 24 ottobre in piazza c’era gente mai vista prima, segno di un coinvolgimento che è bene rinforzare, magari anche con la predisposizione di un dvd delle trasmissioni che verranno realizzate in modo che possano essere viste da tanta gente.

Il segretario provinciale della Cgil, Ludovico Bellini, ha sottolineato l’importanza che le trasmissioni in programma siano tutte caratterizzate dallo stesso filo conduttore che ha caratterizzato la mobilitazione che c’è già stata: l’importanza di fare squadra per ottenere competenze e risorse nuove per la Provincia, ma anche per creare le condizioni per fare impresa e dare lavoro e pure per valorizzare le eccellenze che già ci sono.

L’importanza di un Provincia con nuove competenze e nuove risorse è stata sottolineata anche da Tomaso Pettazzi del Bard che ha anche invitato il Comitato a scrivere al ministro Cancellieri e al ministro Patroni Griffi una lettera di apprezzamento per il salvataggio di Belluno in modo da far arrivare al Governo una nuova conferma del rilievo della scelta che è stata compiuta.

Il direttore di Confindustria Belluno Dolomiti, Marco Melchiori, ha infine rimarcato la necessità di mostrare che anche i Bellunesi riescono a unirsi e ad essere coesi per il raggiungimento di obiettivi strategici, come è stato quello di salvare la Provincia. Per questo ha auspicato che le trasmissioni riprendano questo tema.

Elenco delle offerte ricevute e delle spese sostenute

Per la fiaccolata a sostegno della Provincia di Belluno

Offerte ricevute: 10.348 euro

Elenco delle offerte nell’ordine cronologico in cui sono pervenute al Comitato

Osvaldo Zanin 50, Oscar De Bona 500, Daniele De March 10, Daniele Dal Vit 50, Stefano Minella 20, Appia 1.000, Luciana Bortot e Quinto Piol 50, Studio Dentistico Arrigoni 200, Abvs 100, Mauro Balbinot 20, Luigi Francescon 20, Assindustria 1.000, Andrea Sovilla 50, Elisabetta Dagostini e M. Martini Barzolai 30, Ermenegildo Rova e Marisa Lorenzini 20, Guido Trento 200, Dario Bond 2.000, Cisl 350, Marino Lucietti e Irma Visalli 100, Gianluigi Caneve 10, Fulvio De Pasqual 50, N.N. 150, Università Adulti/Anziani 50, Lorenzina Del Favero e Antonio Valmassoi 20, Vito Tormen 30, Raffaele De Diana 50, Viviana Andrich 30, Enzo Croatto 20, Unione Artigiani 1.000, Antonello Casanova 20, Giovanni Bortot 200, Silvia Miscellaneo e Ferruccio Vendramini 30, Rodolfo Bassan 50, Confcommercio 1.000, Cgil 350, Comune Ponte nelle Alpi 200, Offerte per le fiaccole 1.318.

Spese sostenute: 9.470,61 euro

Fiaccole per la sfilata e torce per le montagne: 2.306,33

Manifesti: 115,45

Striscioni per la sfilata: 262,71

Impianti video, fari e amplificazione per la sfilata: 2.571,90

Pubblicità televisiva e radiofonica: 4.173,79

Affitto sale: 40,43

Avanzo: 877,39 euro

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Quella volta che l’Aci voleva far pagare il passaggio di proprietà per demolire l’auto del defunto

C'è una storia di ordinaria e folle burocrazia che merita d'essere ricordata. E' successa i primi mesi del 1992 e riguarda l'Automobile Club d'Italia,...

Sanità. Bigon: la Regione riconosca la specificità di Belluno con una politica di incentivi per garantire anestesisti e rianimatori negli ospedali

Venezia, 26 gennaio 2021 - "La Regione deve garantire i Lea su tutto il territorio, riconoscendo con i fatti la specificità della provincia di Belluno....

Feltre. Associazioni di volontariato e protezione civile: domanda di contributi entro il 25 febbraio 

Il Comune di Feltre ha emesso l'avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo da parte delle Associazioni di Volontariato operanti nel settore...

Cortina festeggia i 65 anni dalle Olimpiadi invernali del ’56, e guarda al futuro

Cortina d'Ampezzo festeggia sessantacinque anni dalla cerimonia di apertura dei suoi primi Giochi Olimpici Invernali. E celebrando il passato, la Regina delle Dolomiti si...
Share