13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeCronaca/PoliticaIl consiglio comunale di Belluno sostiene il mantenimento della Provincia

Il consiglio comunale di Belluno sostiene il mantenimento della Provincia

Tomaso Pettazzi

Ho assistito ieri sera al Consiglio comunale di Belluno, dove s’è discusso sulla votazione del documento a sostegno del mantenimento della Provincia di Belluno. Documento che ricalca l’analogo votato lo scorso 31 agosto da gran parte dei Sindaci bellunesi alla riunione al Centro diocesano Giovanni XXIII. Interessanti sono stati gli interventi iniziale e finale del Sindaco che ha focalizzato, giustamente a mio avviso, l’attenzione dei Consiglieri sull’aspetto particolare del documento, teso al mantenimento della sua integrità territoriale ed amministrativa. E ciò è stato colto dai presenti che, pur con dei distinguo, lo hanno sottoscritto. Ma maggiormente ho apprezzato la dichiarazione di voto, favorevole, di Tommaso Zampieri (In Movimento), che con semplicità ha evidenziato nella corale adesione dei Sindaci bellunesi a quel documento il primo esempio di unità delle Comunità bellunesi, dopo la stagione, ahimè troppo lunga, delle contrapposizioni campanilistiche tra città e città, tra vallate e vallate, recentemente riprese dai Consiglieri regionali Bond e Toscani.

Questa visione unitaria è stata condivisa anche dai rappresentanti del Movimento 5 Stelle, che pure hanno votato contro il documento in questione.

Un plauso quindi al Consigliere Zampieri, che ha colto in pieno l’ aspetto cruciale che noi del Bard cerchiamo da tempo di trasmettere alla Cittadinanza. La comunanza del sentimento montano, la conseguente unità di intenti a salvaguardia del nostro gracile territorio, delle nostre usanze, della nostra economia particolare devono stare alla base delle nostre richieste alla Regione ed allo Stato centrale. Una popolazione che si dimostra compatta ha un impatto notevole sulla controparte. Osserviamo il comportamento in tal senso delle vicine Province autonome; discussioni anche aspre all’interno dei loro organi rappresentativi, ma granitica convergenza in sede nazionale nella difesa delle prerogative sancite dall’Autonomia.

Forza Bellunesi, stiamo andando nella giusta direzione ed avremo in questo percorso verso l’Autonomia anche l’aiuto proprio di quelle realtà, che sono a noi così vicine e simili, contrariamente al messaggio che alcuni Giuda nostrani cercano di far passare.

Tomaso Pettazzi

Movimento Bard-Belluno Autonoma Regione Dolomiti-

- Advertisment -

Popolari