13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeCronaca/PoliticaFingere di cambiare tutto per non cambiare niente. Il sindaco di San...

Fingere di cambiare tutto per non cambiare niente. Il sindaco di San Pietro di Cadore dice no alla riunione di domani promossa dai consiglieri regionali

Cambiare tutto per non cambiare nulla, come nel Gattopardo di Tomasi di Lampedusa.  Silvano Pontil Scala, sindaco di San Pietro di Cadore, non parteciperà alla riunione sul futuro della Provincia che si terrà venerdì, promossa dai consiglieri regionali Bond, Reolon e Toscani. Lo ha fatto sapere con una lettera indirizzata ai suoi colleghi sindaci e ai consiglieri regionali bellunesi. “Ho sempre sostenuto che bisogna procedere nell’adozione di provvedimenti atti a far fronte all’attuale situazione con contenimento della spesa pubblica, ivi compreso il riassetto delle province come nei programmi del governo – spiega il sindaco di San Pietro di Cadore – Tanti esponenti politici, anche locali, sono del mio stesso parere, ma per ragioni di opportunità e convenienza di partito, nelle riunioni pubbliche esprimono pareri favorevoli al mantenimento delle Province.  Ebbene – conclude Silvano Pontil Scala – questo atteggiamento ipocrita penso contribuisca ad aggravare l’attuale situazione. E’ inutile predicare il cambiamento e poi far di tutto affinché tutto rimanga come prima!”

 

- Advertisment -

Popolari