13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Cronaca/Politica Provincia sì, provincia no: oggi l'appello di Diego Vello. “Il muro che...

Provincia sì, provincia no: oggi l’appello di Diego Vello. “Il muro che difende Belluno è roccia dolomitica” … nella retorica della Lega a difesa dei confini provinciali

Nel coro di voci a difesa della Provincia, oggi si aggiunge il grido di dolore della Lega Nord, fresca da commissariamento della segreteria di Padova. Che con una nota del segretario provinciale Diego Vello chiama i bellunesi all’unità. Appello che, peraltro, sembra indirizzato per lo più ai politici, visto che l’uomo che cammina per la strada non pare per nulla interessato alla questione dell’abolizione della provincia, che anzi viene metabolizzata come un taglio alle inutili poltrone dei politici.

Diego Vello

«Anche ieri – scrive Vello – , a fronte di una importante riunione della Liga Veneta, come Lega Nord provinciale di Belluno abbiamo difeso la nostra terra, la nostra provincia.

Il riordino degli enti locali rischia di affossare definitivamente un’area omogenea come quella della montagna bellunese e a questo punto la classe politica non può sfilarsi rinunciando ad una battaglia per piegarsi al sistema.

Sapendo che è molto difficile incunearsi in un meccanismo caotico che ha caratterizzato il Governo in questi mesi, non dobbiamo crede che Belluno come provincia rimanga solo un pezzo di storia da ricordare, è invece necessario calcare la mano in questo tema per alzare una voce.

La debolezza della politica bellunese per i suoi miseri numeri nei confronti di Roma deve vederci uniti e non deve ammettere cedimenti.

Il muro che difende Belluno è roccia dolomitica , friabile e troppo debole, dobbiamo perciò farci vedere compatti sia in Regione Veneto che a Roma.

La Lega Nord in questi giorni si vede in più fronti impegnata a difesa non solo della provincia in quanto ente di primo grado ma anche per il mantenimento di funzioni amministrative in capo ad essa, non sarebbe infatti ammissibile salvare una scatola vuota .

Questa è una battaglia che già ci vede in prima linea in commissione a Roma, ma nella stessa prima commissione i numeri di Pd e Pdl.

Le battaglia come sul demanio idrico e sull’urbanistica vinte in questi ultimi anni grazie anche all’apporto politica del movimento leghista sono un tangibile segno di cosa significhi per noi autonomia e delocalizzazione sempre più vicina al cittadino, ma le riforme di queste ore avallate da Pdl e Pd rischiano di rendere vano lo sforzo di dieci anni di battaglia politiche.

Sappiamo che il governo con decreto rischia di minare ogni barricata, ma sappiamo allo stesso modo che non è etico obbligare un territorio a sparire con una legge statale e poi lanciare la patata bollente in capo alla Regione.

Quando il Pdl e il Pd parlano in provincia di Belluno di specificità e tutela della provincia siamo così convinti che a Roma come a Venezia parlino la stessa voce?

Per ora i fatti parlano inversamente.

Ecco che difendere un territorio non è quindi utopia ma necessità, la difesa a volte si tramuta in sconfitta ma senza difesa si rischia di cadere da schiavi senza diritti.

Belluno è molto più di un territorio politico formato da confini amministrativi, è montagna, Dolomiti, turismo, difficoltà di ogni genere dalla neve che la batte da Nord a Sud per oltre sei mesi al problema del dissesto idrogeologico, è studenti e persone che ogni giorno devono trovare soluzione negli spostamenti sempre più difficili, è vastità di un territorio aspro e a volte difficilmente abitale, Belluno è molto di più di una semplice area da rimaneggiare.

Attendo con ansia – conclude il segretario provinciale della Lega Nord – quindi la riunione dei sindaci del 31 agosto sperando che almeno in questa battaglia “casalinga” prevalga l’interesse generale senza divisione ideologiche».

Share
- Advertisment -


Popolari

Le migliori mete da visitare in autunno

L’autunno è una stagione perfetta per chi vuole andare in vacanza. A differenza dell’estate, infatti, permette di accedere a soggiorni con prezzi più contenuti....

Spettacoli di mistero delle Pro loco Bellunesi. Venerdì appuntamento a Belluno con i Castelli perduti e draghi dimenticati

Ritorna la rassegna "Veneto, spettacoli di mistero", promossa dall'Unpli Belluno nell'ambito delle iniziative di Unpli Veneto e Regione. Le Pro loco bellunesi non mancheranno...

Due positività al Comune di San Vito di Cadore. Ordinanza di chiusura e sanificazione degli uffici

A seguito della positività riscontrata a due dipendenti, il sindaco Emanuele Caruzzo ha disposto la chiusura degli uffici comunali di San Vito di Cadore...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2020. Singolare esperienza in piazza dei Martiri, bendati guidati dai cani addestrati 

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...
Share