13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Ritorna la rassegna Leggerelesere, dal 3 al 31 luglio nei cortili della...

Ritorna la rassegna Leggerelesere, dal 3 al 31 luglio nei cortili della Città

Prende il via il 3 luglio “Leggerelesere. Incontri senza sipario nei cortili della città”. Giunta ormai alla settima edizione, la rassegna organizzata dall’associazione culturale Bretelle Lasche e molto apprezzata dal pubblico bellunese, sarà articolata in sei appuntamenti, dal 3 al 31 luglio (martedì 3, 10, 17 e 24 e giovedì 19). Si comincerà, il 3 luglio, nel cortile del Centro Piero Rossi (in piazza Piloni), con “Il dottor Divago e altre storie”, una serata di cabaret e teatro dalla brillante penna di Stefano Benni, uno dei drammaturghi più intelligenti del panorama contemporaneo italiano, capace di leggere con ironia a sapienza le contraddizioni e le miserie della nostra società (voci recitanti:F. Bonora, L. Campeotto, P. De Pizzol, M. Firpo, E. Luciani, N. Pauletti, L. Portunato, F. Rech Morassutti, M. Sbardella, M. E. Trizio). Martedì 10 luglio, le compagnie bellunesi aderenti all’Unione Italiana Libero Teatro, (Bretelle Lasche, Fuori di Quinta, Lavori in corso, Filodrammatica di Vallada, Farine Fossili, Las Palabras, Se Queris e il gruppo di Danze Orientali Azhar) si riuniranno, nel giardinetto di via Sottocastello, per raccontarci “Mille e una…storia” dall’esotico medio oriente. Occasione per ricordare, in un luogo da lui molto amato, l’attore e regista Loris Tormen, scomparso lo scorso marzo. Il giardinetto di via Sottocastello, scelto da Loris come scenario naturale per le sue letture, nelle varie edizioni di Leggerelesere, è diventato quasi un simbolo per le Bretelle Lasche. Il simbolo della narrazione come essenza stessa del teatro, senza trucchi e sovrastrutture, capace di stimolare l’attenzione e la fantasia dell’ascoltatore. Il Piccolo Principe di Saint Exupéry sarà il protagonista di una serata per adulti e ragazzi, il 17 luglio, nel chiostro dell’Istituto Catullo (in via Loreto). Questa lettura di un grande classico, pensata per la versione radiofonica andata in onda e realizzata in collaborazione con Radio Belluno, torna nella dimensione teatrale per questa nuova edizione di Leggerelesere (a cura di Guido Beretta con la consulenza musicale di Paolo Da Col. Voci recitanti: G.Beretta, A. Cecchella, C. Emili, A. Gamba, L. De March, M. De Martin, M.Firpo, A. Cecchella, M. Sbardella, R. Serafini, P.Svaluto, L. Vassos).

Giovedì 19 luglio, sempre nel chiostro dell’Istituto Catullo, verrà presentato “Cose di cosa nostra” di Giovanni Falcone in collaborazione con Marcelle Padovani, un testo che mette in risalto la figura del magistrato che meglio di chiunque altro poteva combattere la mafia, perché la conosceva e ne intuiva le azioni. Questa lettura è nata dalla preziosa attività che Loris Tormen ha svolto nel 2011 all’interno dell’Associazione “Accanto all’anziano e … “ di Ponte nelle Alpi (Voci recitanti: “Lettori per caso” – A. M. Bortoluzzi, A. E. Leopardi e I. Rualta). Durante la serata, organizzata da Libera e dalla Cooperativa Samarcanda, nel giorno del ventesimo anniversario della strage di via D’Amelio, verranno raccolti fondi per il reimpianto degli aranci distrutti nell’incendio divampato nell’agrumeto confiscato alla mafia e affidato alla cooperativa “Beppe Montana Libera Terra”. Martedì 24 luglio, nel giardino di Villa Doglioni Dalmas, il sentimento della “saudade” lega danza, narrazione e poesia in una serata dedicata al fado e all’anima del Portogallo, nello spettacolo “Coreluna” con Laura Zago e la compagnia di danza PassInversi (voci recitanti: F. Bogo, A. Michielin, F. Portunato; musiche: Misia; coreografia L. Zago). Ultimo appuntamento della rassegna, martedì 31 luglio, nel giardino di Palazzo Miari (via Ripa), con “Il Canto del fiume Spoon” da L’Antologia di Spoon River di Edgard Lee Masters. La vita, la morte, l’amore, la gioia, il dolore, l’ipocrisia, il perbenismo di un piccolo villaggio prendono forma e sostanza grazie ai racconti di vita di uno stuolo di indimenticabili personaggi (voci recitanti: Compagnia Se Queris; regia Claudio Michelazzi).

(Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21. In caso di maltempo avranno luogo presso il Teatro Giovanni XXIII, giovedì 19 invece presso l’aula magna dell’Istituto Catullo. Ingresso unico 2 euro).

Share
- Advertisment -


Popolari

Spettacoli di mistero delle Pro loco Bellunesi. Venerdì appuntamento a Belluno con i Castelli perduti e draghi dimenticati

Ritorna la rassegna "Veneto, spettacoli di mistero", promossa dall'Unpli Belluno nell'ambito delle iniziative di Unpli Veneto e Regione. Le Pro loco bellunesi non mancheranno...

Due positività al Comune di San Vito di Cadore. Ordinanza di chiusura e sanificazione degli uffici

A seguito della positività riscontrata a due dipendenti, il sindaco Emanuele Caruzzo ha disposto la chiusura degli uffici comunali di San Vito di Cadore...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2020. Singolare esperienza in piazza dei Martiri, bendati guidati dai cani addestrati 

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...

L’Istituto Pio XII di Cortina prosegue il proprio servizio ai bambini asmatici. Le suore lasciano la struttura

L’Istituto Pio XII, con l’Impegno di Opera Diocesana degli Uberti e della Diocesi, sta mettendo in campo un grande sforzo per non chiudere e...
Share