13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 12, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Grazie Belluno: 1.421 firme a sostegno di Tib teatro

Grazie Belluno: 1.421 firme a sostegno di Tib teatro

Ad oggi sono 1421 le firme (e la raccolta continua ogni sabato al Gazebo Tib, in Piazza dei Martiri) a sostegno del Tib Teatro, che i bellunesi considerano “una risorsa culturale imprescindibile per il nostro territorio” come recita l’appello diffuso in difesa del diritto al lavoro della struttura teatrale bellunese, nel suo luogo di lavoro: il Teatro Comunale di Belluno. Vent’anni di lavoro culturale dedicato al territorio, che ora, in concomitanza della nomina, del consulente artistico della Fondazione Teatri, voluta, a poche settimane dalle elezione, dal Presidente Cesare Zaccone, rischia di disperdersi per sempre.

Una nomina rispetto alle cui dubbie procedure, Tib, unitamente all’Associazione C.A.T., Coordinamento Cittadini Amici del Tib, che vanta ad oggi 551 iscritti, ha già formalizzato una richiesta di revoca ai Soci e agli Organi della Fondazione Teatri, richiesta per la quale Tib intende verificare la possibilità di inoltrare, se non ci saranno svolte significative, un esposto alla Procura della Corte dei Conti.

Intanto, mentre il Consulente della Fondazione è in procinto di deliberare, il 3 maggio a Consigli unificati, un nuovo Regolamento per il Teatro, senza averlo concertato con i soggetti culturali territoriali, mentre ad oggi ancora al Tib non vengono concesse le date per la prossima stagione, per poter proseguire il suo lavoro culturale per la città, i bellunesi si stringono compatti intorno alla struttura e invocano che “l’Amministrazione Comunale rispetti le indicazioni del Consiglio Comunale”  che in gennaio aveva deliberato a larga maggioranza bipartisan l’istituzione di una residenza teatrale bellunese.

Il Tib è messo in difficoltà dalla Fondazione anche per il mancato recupero dei suoi crediti (133.000 euro), Fondazione che, contravvenendo agli indirizzi ricevuti dai suoi Organi e dal Sindaco (che lo ha riaffermato nell’incontro sulla cultura due settimane fa) di pagare almeno le somme non contestate, si è invece opposta ai decreti ingiuntivi del Tib, creando alla struttura una grave mancanza di liquidità. Ci chiediamo che peso abbiano ancora la volontà e le parole del Sindaco e in quale considerazione tenga i 1421 cittadini che nell’appello ricordano:  “il Tib ci ha donato cultura, emozioni e un teatro gestito con competenza e cortesia. Ci ha donato a proprie spese la Stagione di Prosa 2011-2012, salvando la Fondazione in un momento di difficoltà. Per un Teatro libero, pluralista, aperto a tutti è necessario l’amore e la professionalità del Tib”. Grazie Belluno!

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Alano di Piave. Circonvenzione di incapace, uso illecito di carte di pagamento, autoriciclaggio. Oltre 500mila euro transitati. Denunciati i gestori di una residenza per...

Ancora un'azione odiosa nei confronti di un soggetto debole. Una giovane coppia di trevigiani, gestori di una residenza per anziani di Alano di Piave, è...

Alpago. 40mila euro di contributi alle piccole imprese del territorio

Ammonta a circa 40 mila euro la somma relativa ai sostegni economici a favore delle piccole attività commerciali ed artigianali e delle imprese agricole...

Un nuovo ambulatorio medico a Ponte nelle Alpi

Cinque medici di base, una sede unica: è quella che ha aperto i battenti a Ponte nelle Alpi, in viale Dolomiti 21/C, nell'edifico dove...

Non sei sola. Campagna d’informazione in aiuto alle donne vittime di violenza e stalking

È la campagna di informazione promossa dall'Associazione Belluno-DONNA Onlus che beneficia della partecipazione di Federfarma Belluno, l'Associazione Sindacale Provinciale dei Titolari di Farmacia di...
Share