13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 28, 2021
Home Cronaca/Politica La voce delle frazioni continua a farsi sentire. Grande partecipazione martedì sera,...

La voce delle frazioni continua a farsi sentire. Grande partecipazione martedì sera, alla Baita, all’incontro tra Claudia Bettiol e gli abitanti di Mussoi

Mussoi c’è e propone. C’era Claudia, c’era il Circolo PD di Mussoi e di Mussoi c’erano pure molti abitanti. A conti fatti dunque l’incontro di martedì sera tra la candidata sindaco Claudia Bettiol e la frazione di Mussoi è andato benissimo. A renderlo ancora più efficace però sono state le partecipanti più importanti: le proposte. Tante proposte di chi vive quotidianamente la frazione e che grazie all’impegno concreto del Circolo sono state raccolte e consegnate all’ascolto della candidata del PD. Perché Mussoi ha bisogno di viabilità e vivibilità. Insopportabile il serpentone di auto che puntualmente si forma fino alla Cerva nelle ore di punta, pericolosi gli accessi laterali e gli attraversamenti pedonali… Una realtà che disincentiva quotidianamente lo spostamento in bici o a piedi verso scuole, centro città e servizi vari. Soluzioni?

Certo:

– realizzare il collegamento FIO2, abbandonato dall’amministrazione Prade con conseguente perdita di 10 milioni di euro a suo tempo già stanziati;

– realizzare piste ciclo-pedonali nel quartiere;

– realizzare una rotonda all’incrocio con via Travazzoi;

– mettere in sicurezza gli attraversamenti pedonali e i percorsi per chi decide di spostarsi a piedi;

– garantire un controllo del traffico per i pedoni negli orari di punta;

Inoltre, sottolineando come l’imminente nascita in via Gregorio XVI della “piazza di Mussoi” (in realtà un complesso che comprenderà un supermercato, alcuni alti condomini di 6 piani, una limitata area a verde pubblico e una sala comunale di 70 metri quadrati) sia stata rivista rispetto al progetto originale di maggiore impatto, grazie al parere degli abitanti e all’impegno del Circolo e del gruppo consiliare del PD, durante l’incontro è stata anche segnalata l’assoluta mancanza di strutture di accoglienza per i bambini inferiori ai tre anni di età.

Altri problemi sollevati riguardano la zona di Chiesurazza, dove ci sono marciapiedi pericolosi e fossi paludosi, e il “parchetto” di via San Lorenzo gravato da interventi discutibili (come la recente recinzione per cani) e da una manutenzione estemporanea e insufficiente.

Mancanze, necessità e proposte condivise dai presenti, i tanti presenti, a conferma che i cittadini ci sono, partecipano e hanno soprattutto bisogno e voglia di ritrovare la politica. Non arroccata a Palazzo, bensì al loro fianco.

i candidati al consiglio comunale del PD

Nella De Bernardo

Cristina De Donà

Ives D’Incà

Roberto De Moliner

Toni Sirena

Marco Tarroni

Kalvin Henriquez Cantidio

Share
- Advertisment -

Popolari

L’assessore Lanzarin risponde sui 52 milioni destinati alle Ulss venete, esclusa Belluno

Dopo le varie proteste per i mancati stanziamenti della Regione Veneto all'Ulss 1 Dolomiti (nulla dei 52 milioni), nell'ordine, quella del sindaco di Belluno...

Italia Polo Challenge. Questa mattina la sfilata in centro Cortina preceduti dai carabinieri a cavallo

Italia Polo Challenge, evento che conferma il polo ‘on snow’ tra gli appuntamenti sportivi più attesi di Cortina d’Ampezzo, prosegue, seppure a porte chiuse,...

Attraversamenti faunistici. De Bon: «Obiettivo sicurezza, per gli automobilisti e per gli animali»

Provincia di Belluno e Veneto Strade sono al lavoro per prevenire gli incidenti stradali che coinvolgono la fauna selvatica. Negli ultimi vent'anni infatti sono...

Il saluto al nuovo direttore generale dell’Ulss 1 Maria Grazia Carraro

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Belluno dà il benvenuto alla dottoressa Maria Grazia Carraro, che per i prossimi 5 anni sarà...
Share