13.9 C
Belluno
mercoledì, Marzo 3, 2021
Home Cronaca/Politica Bilancio del Comune di Belluno: l'assessore Tiziana Martire "non dà i numeri"...

Bilancio del Comune di Belluno: l’assessore Tiziana Martire “non dà i numeri” richiesti dal dirigente

Tiziana Martire

“In questo delicato momento elettorale, vorrei puntualizzare alcuni concetti relativi al bilancio comunale, a favore dei tanti cittadini che sono bersagliati da comunicazioni impulsive e destabilizzanti”.

Inizia così il comunicato dell’assessore al bilancio del Comune di Belluno Tiziana Martire, che dovrebbe dare una risposta alle indiscrezioni di questi giorni secondo le quali il disavanzo ha sfondato oramai il tetto psicologico del milione di euro. Ma c’è di più. In questi giorni è arrivata alle redazioni dei giornali la lettera di una stimata dirigente del Comune di Belluno, indirizzata al sindaco, all’assessore al Bilancio, al segretario generale, al presidente del consiglio comunale, ai capigruppo e al collegio dei revisori, nella quale viene rilevato lo squilibrio di bilancio di 460mila euro. Evidenzia che il rispetto del Pattto di stabilità è subordinato al verificarsi delle alienazioni (vendita delle quote di società partecipate ecc) che a tutt’oggi non si sono concluse. I mancati introiti infatti bloccano i pagamenti per 200mila euro alle imprese. Dal punto di vista finanziario evidenzia ancora la dirigente, lo sbilancio potrebbe aggirarsi da 1.100.000 a 1.500.000. L’analisi si conclude con previsioni sconcertanti, ad esempio un nuovo aumento delle rette della Casa di riposo di Cavarzano, aumento dei servizi comunali non dovuti, come il costo dei pulmini estivi, e i servizi non essenziali del trasporto pubblico. Insomma raschiare fondo del barile. Alle osservazioni precise della dirigente, segue la risposta dell’assessore.

“Tanti imprenditori si sono trovati in questi ultimi anni a lottare contro i famosi “studi di settore “, basati su parametri che non tengono conto delle realtà territoriale. Lo stesso accade con i bilanci comunali in cui i parametri dettati dallo Stato, specie in questo momento, non trovano riscontro attuativo.

La situazione del bilancio comunale è sotto controllo da parte dell’assessore competente, che ha consapevolezza della situazione in cui versano le casse comunali. In questo momento il Comune di Belluno non è in una situazione di sforamento di patto di stabilità, anche se ha, come la maggior parte degli Enti pubblici, difficoltà nei pagamenti.

Le problematiche di bilancio appartengono alla maggior parte dei Comuni italiani in cui vi è carenza di risorse, lo Stato diminuisce i contributi e il Comune è costretto, per garantire i servizi ai cittadini, ad aumentare le entrate con varie modalità.

Riscontro, da più voci, delle cifre riguardanti entrate ed uscite del bilancio che non si allineano ad una comunicazione corretta dal punto di vista tecnico. Infatti a tutt’oggi il bilancio comunale non è totalmente definito, poichè il Ministero degli Interni non ha comunicato alle Amministrazioni l’entità delle entrate.

L’attenzione nei confronti del bilancio comunale, da parte dell’Amministrazione, non è assolutamente calata e per questo vengono attentamente valutate le spese da effettuare.

Alla luce di quanto affermato, le soluzioni tecniche relative a qualsiasi decisione di politica amministrativa non possono che essere frutto di una serena e concreta sinergia tra la parte politica e quella dirigenziale, come unica via percorribile per superare le difficoltà di bilancio, nel rispetto delle esigenze della collettività che pretende risultati concreti e trasparenti.

Non appena sapremo l’entità dei trasferimenti, collegati anche alla disciplina dell’IMU non ancora definita a livello nazionale,sarà necessario attuare delle scelte valutando che non si sommino all’elevata imposizione statale e al momento di forte crisi economica e occupazionale che grava sulle famiglie.

Tali decisioni rientrano nell’ambito di scelte politiche che richiedono un mandato, è più responsabile quindi attuarle con l’Amministrazione entrante, tenuto conto che il Parlamento ha spostato a fine giugno il termine per l’approvazione dei bilanci di previsione e, in virtù delle ricadute della manovra governativa, si ipotizza un’ulteriore proroga”.

 

 

Assessore Tiziana Martire

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Feltre, guasto alla rete internet, la farmacia non può vendere farmaci per 24 ore

Farmacia senza internet per ventiquattro ore. È accaduto lunedì alla Farmacia Pez Nadia e Roberto Snc di via Belluno a Feltre e solo ieri,...

Canto moderno. Da giovedì la Scuola “Miari” di Belluno inaugura il nuovo corso tenuto dalla docente Valentina Frezza

A partire da giovedì 4 marzo 2021 la Scuola Comunale di Musica "Antonio Miari" di Belluno, gestita dal Conservatorio "Agostino Steffani" di Castelfranco Veneto...

Grave pericolosità per incendi boschivi nei Comuni a rischio

Venezia, 2 marzo 2021  Viste le condizioni meteo-climatiche e vegetazionali, la Direzione della Protezione Civile Regionale ha dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli...

Un milione 370mila euro dalla Regione per la promozione dell’agroalimentare ed enogastronomia

Venezia, 2 marzo 2021  Ammonta a 1 milione e 370 mila euro l’investimento della Regione del Veneto per la promozione delle eccellenze agroalimentari, enogastronomiche...
Share