13.9 C
Belluno
lunedì, Marzo 1, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Alice nel paese delle meraviglie, sabato al Teatro Comunale di Belluno

Alice nel paese delle meraviglie, sabato al Teatro Comunale di Belluno

Con l’arrivo della primavera si conclude la Stagione di danza 2010/12 promossa e organizzata dal Circuito Teatrale Arteven / Regione del Veneto e dalla Fondazione Teatri delle Dolomiti in collaborazione con TIB Teatro. Sabato 14 aprile alle 20.45 al Teatro Comunale di Belluno è di scena la principale compagnia di danza italiana Aterballetto – Fondazione Nazionale della danza, direzione artistica di Cristina Bozzolini, con la nuova produzione intitolata Alice nel paese delle meraviglie.

Teatro Comunale di Belluno

Francesco Nappa su Alice nel paese delle meraviglie: «È un viaggio onirico tra senso e non senso che mette in scena anche l’ambiguità racchiusa da questo testo compresa la passione proibita dello scrittore Lewis Carrol al limite della pedofilia… il passo a due finale tra Alice ed il cappellaio lo lascia intuire. Per la mia Alice ho immaginato che in ogni personaggio dal bruco blu al coniglio, che qui diventa l’Uomo bianco, ci sia un po’ della personalità dello scrittore, il tutto sostenuto da una musica cameristica (che parte tuttavia un’orchestra) eseguita dal Quartetto Balanescu su musiche di David Byrne, Robert Moran, John Lurie, Michael Turke, Micheal Nyman – commenta Nappa -. Quello a cui ho puntato è evitare la pantomima in un viaggio popolato anche di nuovi personaggi come la Donna filata che nel sogno di Alice raffigura la sorella i cui fili assomigliano a cordoni ombelicali. Mentre un’altra figura è stata reinterpretata: si tratta della regina di cuori che nel balletto diventa la Regina di Gossip, quella dell’ultima notizia che sarà protagonista di una scena giocata con i giornali. Per attuare immagini ed ambientazioni oniriche è stato coinvolto Gilles Papain uno dei massimi video maker mondiali».

Il video trailer dello spettacolo è visibile su www.youteatro.it la web tv nazionale dedicata allo spettacolo dal vivo.

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE è liberamente ispirato all’omonimo racconto di Lewis Carroll, la coreografia, la regia e la scenografia sono opera di Francesco Nappa,

le musiche di David Byrne, Robert Moran, Michael Nyman, John Lurie, Michael Torke, eseguite da Balanescu Quartet, mentre le creazioni video sono del videodesigner di fama internazionale Gilles Papain.

 

Chi è Alice? È semplicemente Alice Liddell, malinconica bambina inglese che si lasciava ritrarre in fotografie misteriose e, chissà, allusive, e cullare dalle parole nonsense di Charles Dogsdon, alias Lewis Carroll, sulle rive del Tamigi, nelle estati vittoriane fatte di cantilene, giochi di parole, sciarade e invenzioni di creature fantastiche? Oppure è l’incarnazione poetica di uno stato della vita nel quale anima e corpo stanno per trasformarsi e assumere una propria identità – che ne determinerà il ruolo futuro nell’esistenza? Fortemente legato alla parola, ma ugualmente stimolante per la potenza immaginifica, il viaggio metaforico di Alice ha sfidato teatranti e coreografi. È il caso di Francesco Nappa, danzatore dal prestigioso curriculum, da qualche tempo felicemente attratto dalla composizione coreografica, che ha scelto di affrontare il labirinto di Alice per la sua prima commissione ‘a serata’ con Aterballetto. La scelta di una nuova messa in scena, in forma di balletto, del famoso racconto di L. Carroll ‘Alice nel paese delle meraviglie’, affidandone la creazione a Francesco Nappa nasce non solo da una sua proposta, radicata da molto tempo in una sua affascinata attrazione per quel testo, ma anche per la originalità di una impostazione che, pur in un vasto dominio della fantasia, fa emergere costante una modernità del racconto, in una dialettica tra senso e non-senso, duplice modalità di rapporto della propria esperienza nella vita che ci circonda, sia su di un livello reale che su un livello psicologico ed onirico, quali componenti costanti della costruzione dell’identità, specie nell’adolescenza. In base a questo assunto interpretativo, Nappa si fa accompagnare, in questa costruzione coreografica, dalla creazione di video-proiezioni, realizzate da Gilles Papain, videodesigner di fama internazionale, sia in sintonia con i propri interessi multimediali, sia per ottenere atmosfere fantastiche, pur in una economia di gestione che eviti impianti scenografici invadenti. Nella fluidità di un percorso drammaturgico, sotteso ma sempre percepibile, Nappa rileva ed evidenzia una costante immedesimazione dell’Autore Carroll in alcuni personaggi, in una ricerca di molteplicità di rapporti: ecco quindi il bruco, che conforta Alice in una caratterizzazione quasi paterna; il personaggio bianco, che la conduce dove vuole con capacità psicologiche manipolatorie; il cappellaio, che giunge ad esprimere un puro sentimento di amore, evidenziato in un conclusivo passo a due, lasciando, proprio nel finale, al risveglio di Alice, una indefinibile eppure forte sensazione di magico ricordo.

 

 

INFO e PRENOTAZIONI

Tel. 0437 943303 dal martedì al venerdì ore 10.30 -12.30 e 15.30 – 17.30 e info@tibteatro.it Biglietto € 20,00 – Biglietto Gruppi Scuola unico € 10,00

biglietteria tutti i giorni di spettacolo ore 11 – 13 e 17 – 20. I biglietti prenotati devono essere obbligatoriamente ritirati almeno un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Si prega, in ogni caso, di comunicare l’eventuale annullo della prenotazione

www.arteven.it

Share
- Advertisment -

Popolari

Conclusa l’Italia Polo Challenge Cortina 2021

Cortina d'Ampezzo, 28 febbraio 2021  -  Giocatori e cavalli protagonisti di Italia Polo Challenge Cortina 2021 lasciano la vallata ampezzana con la soddisfazione di aver...

Due interventi del Soccorso alpino

Belluno, 28 - 02 - 21   Attorno alle 12.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto nel comune di Tambre, per uno...

Grubissa (Federfarma) chiede un confronto al nuovo direttore generale della Ulss Dolomiti Maria Grazia Carraro

La distribuzione dei farmaci sul territorio, la collaborazione in occasione di campagne di prevenzione, le difficoltà di gestione della ricetta dematerializzata e l'erogazione dei...

L’assessore Lanzarin risponde sui 52 milioni destinati alle Ulss venete, esclusa Belluno

Dopo le varie proteste per i mancati stanziamenti della Regione Veneto all'Ulss 1 Dolomiti (nulla dei 52 milioni), nell'ordine, quella del sindaco di Belluno...
Share