13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 30, 2020
Home Cronaca/Politica Salta la nomina di Zaccone alla Fondazione Teatri per assenza di tre...

Salta la nomina di Zaccone alla Fondazione Teatri per assenza di tre soci su cinque. Le precisazioni del vicesindaco Leonardo Colle

Nulla di fatto per il successore del dimissionario Mario Neri alla presidenza della Fondazione Teatri delle Dolomiti. La nomina di Cesare Zaccone, infatti, uomo gradito al Pdl, non ha avuto luogo ieri per assenza di tre membri su cinque della Fondazione stessa. C’è di più. La Lega Nord di Belluno ha presentato un’interrogazione al Comune di Belluno sull’operato dell’oramai ex presidente Neri, per conoscere quali pagamenti abbia autorizzato il presidente prima di andarsene. E’ evidente che la Lega ha forti dubbi sul fatto che Neri abbia rispettato il criterio cronologico, pagando cioè prima i debiti più vecchi della Fondazione.
Il vicesindaco di Belluno, Leonardo Colle, chiamato in causa dalla stampa locale, precisa alcune circostanze della vicenda:
 

Leonardo Colle

– E’ vero che spingo da oltre un anno sul progetto di “residenza teatrale”, in contrapposizione alla situazione di palese ingestibilità del teatro cittadino purtroppo creata dall’assessore alla cultura:
– non è assolutamente vero che io sia “vicino a Zaccone”: la giornalista mai mi ha intervistato sul punto.
– ho piuttosto espresso forti perplessità sulla nomina di Zaccone a Presidente della Fondazione Teatri, in quanto egli viene proposto dalla stessa componente politico-culturale che impose Mario Neri in totale disaccordo con l’alleato di governo Lega Nord. I risultati sono stati devastanti, con l’uscita di Cariverona e l’impasse amministrativo.
– prima di effettuare la nomina del presidente della fondazione ho chiesto che siano chiarite le regole del gioco, aprendo al pubblico la verifica della contabilità della Fondazione Teatri: circola infatti voce circa l’erogazione di un contributo di 30.000 euro da parte della fondazione medesima, mentre vi sono ancora fatture di fornitori da pagare. Sul punto la Lega ha presentato un’interrogazione al Sindaco.
– serve la nomina di un Presidente effettivamente super partes, e tale ormai non può essere il dott. Cesare Zaccone, almeno fino a quando non sarà chiarito e concordato cosa gli verrà chiesto di fare.
-certamente il PdL è in grado di forzare la mano come ha fatto nell’ultimo anno: i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Da ultimo sulla questione delle candidature a Sindaco di Belluno: la Lega Nord non ha ancora comunicato chi candiderà.

Share
- Advertisment -


Popolari

L’Alto Adige si adegua. Sabato scatta il coprifuoco anche per loro

Chi aveva programmato la cena sabato sera dai vicini in Alto Adige, dovrà rinviare. Il governatore Kompatscher ha stabilito che dal 31 ottobre anche...

Ancora i ladri d’oro in azione, tre furti nel Feltrino

Tre furti denunciati ai carabinieri nella giornata odierna nel Feltrino. Tutti e tre gli episodi sono successi ieri sera con le consuete modalità (effrazioni...

Nuovo sfregio ai fiocchi rosa dell’Ados in piazza dei Martiri

Ancora vandali in azione in Piazza dei Martiri a Belluno. E' la seconda volta da quando sono stati installati per le celebrazioni dell'Ottobre in...

Le “Puttane” di Maria Giovanna Maglie in libreria, per conoscere il sesso a pagamento senza ipocrisie. Dai bordelli sumeri, a Santa Teodora, da internet,...

In Italia mediamente 16 milioni di uomini ogni anno pagano per il sesso e il 70% ha famiglia ed è sposato. Tra questi 1.596.992...
Share