13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 24, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Alessandra De Francesch, 27enne di Longarone, vince il Festival voci nuove di...

Alessandra De Francesch, 27enne di Longarone, vince il Festival voci nuove di Vittorio Veneto

Alessandta De Francesch

Sabato 28 gennaio un teatro Da Ponte di Serravalle quasi tutto esaurito ha ospitato la serata finale del IX Festival delle Voci Nuove, organizzato da Prom&Venti e Orve Pubblicità. Presentati da Claudio De Stefani e Arianna, 18 concorrenti divisi nelle categorie “Giovani” e “Adulti” hanno interpretato cover e brani inediti per aggiudicarsi  i premi messi in palio dall’organizzazione e assegnati da una qualificata giuria, che ha visto tra i suoi componenti voci note della musica leggera italiana come Stefano Dall’Armellina e Maurizio Potocnik, in arte Reeds. I finalisti sono stati ammessi alla serata decisiva dopo avere superato le selezioni del 25, 26 e 27 gennaio alle quali si sono presentati complessivamente 50 concorrenti (singoli e gruppi) da cinque province: Treviso, Venezia, Belluno, Pordenone e Pescara. Sei, sabato sera, gli aspiranti vincitori della categoria “Giovani”, dodici quelli degli “Adulti”, questi ultimi ribattezzati “Meno Giovani” dai due presentatori. Nella prima categoria si è imposta la sedicenne di Refrontolo Jessica Della Colletta, la cui interpretazione di “E’ tutto un attimo” di Anna Oxa ha conquistato i giurati. Tra gli “Adulti”, invece, il premio – realizzato come gli altri dal maestro orafo Innocente Ciciliot – è andato alla 27enne di Longarone (Belluno) Alessandra De Francesch, che ha proposto la sua versione di “Run” di Leona Lewis. Ha premiato De Francesch il sindaco di Vittorio Veneto Gianantonio Da Re, che ha fatto parte della giuria e che prima di consegnare il riconoscimento ha elogiato l’organizzazione del Festival, che nelle quattro serate di questa nona edizione ha portato un migliaio di spettatori al teatro di Serravalle, sul quale l’amministrazione vittoriese punta molto come volano culturale e turistico della città. La giuria ha assegnato anche il premio della critica, andato alla diciottenne di Pieve di Soligo Francesca Costella, che l’anno scorso si aggiudicò il trofeo dedicato ai giovani del Festival. La sua interpretazione di “I don’t know” di Noa ha convito i giurati ad assegnarle lo speciale riconoscimento. Novità di questa edizione è stata la creazione del premio per il migliore brano inedito proposto sul palco del Da Ponte: a vincerlo il gruppo vittoriese Terno Secco, composto da Matteo Tempini, Alberto Turchetto e Gianmarco Dazzi. Il loro brano “Fino a lì” è stato riconosciuto dai giurati come la migliore canzone nuova di questa edizione. Un quinto riconoscimento è stato assegnato dal maestro Elvis Fanton, componente la giuria, al gruppo vittoriese dei Dulcimer per la loro interpretazione di “Eleonor Rigby” dei Beatles. A tutti i concorrenti, Fanton ha voluto portare il ringraziamento della giuria e del pubblico “per le emozioni che avete regalato ad un festival il cui livello è in crescita”. E proprio il trend positivo della manifestazione, tornata sulla ribalta l’anno scorso dopo 14 anni di assenza, ha portato Miranda Arnosti di Prom&Venti ed Egidio Barel di Orve Pubblicità ad annunciare che il festival calcherà le scene anche nel 2013.

Oltre alla gara tra i cantanti, la serata finale ha regalato al numeroso pubblico presente molti altri momenti di spettacolo, dalle coregrafie della Compagnia Danza Conegliano della scuola Dance City al ritorno sul palco di Angelica Ambrosi, vincitrice tra gli Adulti nell’edizione 2011: la voce di Angelica (ovviamente fuori concorso) ha stregato ancora una volta il pubblico vittoriese. Non solo grandi voci ma anche musicisti virtuosi hanno arricchito il sabato sera al Da Ponte: ha entusiasmato il pubblico Vanny Tonon di Cappella Maggiore, entrato nel  Guinness World Record per la sua velocità nel suonare la chitarra. Il gran finale, prima di un’esibizione che ha visto tutti i concorrenti cantare in coro sul palco, ha avuto come protagonista Claudia D’Ottavi, la “Fiordaliso” del musical Notre Dame de Paris, che ha riproposto alcuni momenti dello spettacolo che ha battuto record su record. Prom&Venti e Orve ringraziano tutti coloro i quali hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione e danno appuntamento all’anno prossimo per la decima edizione del Festival delle Voci Nuove.

Nella foto i vincitori del Festival: da sinistra Della Colletta, Costella, De Francesch e i Terno Secco (Foto Bolgan)

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share