13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 29, 2020
Home Cronaca/Politica Un'altra frattura nel Partito democratico bellunese: "O si cambia o ce ne...

Un’altra frattura nel Partito democratico bellunese: “O si cambia o ce ne andiamo”! Cinque dirigenti minacciano le dimissioni, Marco Purpora, Biagio Giannone, Lucia Olivotto, Simonetta Buttignon, Valeria Mazzuccato

Perché se ne è andato il capogruppo in consiglio comunale Jacopo Massaro e oggi minacciano di farlo altri 5 dirigenti? E’ quello che dovranno chiedersi nei prossimi giorni i vertici del Partito democratico bellunese, Sergio Reolon in testa e di seguito Claudia Bettiol candidato sindaco, Irma Visalli segretario comunale, Quinto Piol, Marco Perale ecc.

“O si cambia o ce ne andiamo” è il messaggio forte e chiaro dato da Marco Purpora, presidente dell’Assemblea Comunale del PD e componente dell’esecutivo comunale, componente dell’Assemblea Provinciale, Biagio Giannone, segretario del Circolo di Mussoi, componente dell’Assemblea Comunale e dell’esecutivo, componente dell’Assemblea Provinciale, Lucia Olivotto, segretaria del Circolo dell’Oltrardo, componente dell’Assemblea Comunale del PD e dell’esecutivo, componente dell’Assemblea Provinciale, Simonetta Buttignon, componente del Circolo del Centro Città, componente dell’Assemblea Comunale e dell’esecutivo, componente dell’Assemblea Provinciale e Valeria Mazzucato, componente dell’Assemblea Comunale e del Circolo dell’Oltrardo.

E poiché il Pd bellunese oramai è giunto a un punto di non ritorno, avendo detto no alle primarie ed avendo già designato il proprio candidato sindaco in Claudia Bettiol, è verosimile ritenere che la minaccia di dimissioni, per ora dalle cariche di partito dei cinque, non potranno che consolidarsi in una inevitabile uscita dal partito come ha fatto Massaro. E dunque vi sono già tutte le premesse per una lista civica alternativa di centrosinistra di chi non si riconosce più nel Partito democratico bellunese, così come si presenta oggi.

“Per noi sarebbe stato molto più comodo rimanere nel partito – ha detto Simonetta Buttignon – ma riteniamo sia giunto il momento di cercare di portare un metodo nuovo nella politica, poiché il partito non è più quello che noi pensavamo fosse”.

“Il Pd rimane il mio partito di riferimento – ha detto Lucia Olivotto – ma la mia idea è quella di un partito coraggioso, che coinvolga i cittadini. Abbiamo lavorato insieme nel raccogliere le firme contro il trasferimento della Ulss in via Vecellio e contro la legge elettorale porcellum. E’ evidente che oggi i cittadini sono avanti  rispetto ai partiti. E ci siamo scontrati con le vecchie logiche”.

“Vogliamo un partito che abbia una maggior partecipazione dei cittadini – ha detto Marco Purpora –  il famoso referendum del Pd, infatti, ha rivelato che il 49% degli intervistati non si riconosce più in questi partiti”.

“Il progetto iniziale del Pd si è arenato – ha detto Valeria Mazzucato – e quindi per portare avanti le istanze delle associazioni e della cultura occorre cercare altre vie, portando i cittadini a partecipare in prima persona”.

“Diamo con rammarico le dimissioni dalle cariche di partito – ha detto Biagio Giannone – pur riconoscendo il ruolo importante svolto dal Pd per la città”.

Share
- Advertisment -


Popolari

La collezione di vetri veneziani Nasci – Franzoia alla Galleria Rizzarda di Feltre

  Alla Galleria d'Arte moderna "Carlo Rizzarda" di Feltre il 19 dicembre 2020 l'intrigante connubio di forza e fragilità dei preziosi vetri d’autore della Collezione...

Flavia Monego è la nuova Consigliera di parità in Provincia

Si è insediata ieri a Palazzo Piloni la nuova Consigliera di parità. Si tratta di Flavia Monego, nominata con decreto del Ministero del Lavoro...

Arrestate due donne in città

Nel pomeriggio del 21 ottobre una donna, Z.L. di 57 anni, è stata arrestata dagli uomini delle Volanti per violazione della misura di prevenzione...

Vertice in Prefettura con i dirigenti degli uffici statali

Si è tenuta oggi, in videoconferenza, una riunione convocata dal prefetto, Adriana Cogode, con i dirigenti degli Uffici statali della provincia. Scopo dell’incontro il Decreto...
Share