13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Polveri sottili, sforamento dei limiti: gli interventi attuati dall'amministrazione di Feltre

Polveri sottili, sforamento dei limiti: gli interventi attuati dall’amministrazione di Feltre

Raffaele Riposi

Il superamento dei livelli di inquinamento delle polveri sottili degli ultimi giorni è presumibilmente dovuto alle particolari condizioni delle instabilità atmosferica. – Lo scrive in una nota l’assessore all’Ambiente del Comune di Feltre Raffaele Riposi –  La perdurante mancanza di precipitazioni nelle ultime settimane, associata ai fenomeni consueti di inversione termica ha determinato l’ accumulo degli inquinanti con una crescita dei valori particolarmente da inizio anno. Analizzando anche i dati delle stazioni di rilevamento di Belluno città e di Pieve d’Alpago si riscontra un andamento similare, seppur con valori più bassi, rispetto all’ “Area Feltrina”. Ciò a comprova anche della posizione particolare della vallata Feltrina che è caratterizzata da calma di vento e ad inversioni termiche nonché da una orografia angusta. Provvedimenti quali la riduzione o il blocco del traffico nell’intero comune di Feltre, considerando che alla qualità dell’aria in una zona concorrono anche tutti i Comuni della Val Belluna, potrebbe portare ad una riduzione solo di alcuni punti percentuali del carico di polveri sottili nell’area feltrina. Nella primavera 2010 è stata fatta dal Comune di Feltre un’indagine sul sistema di riscaldamento utilizzato nelle famiglie, tramite la compilazione di un questionario sottoscritto, che ha evidenziato che ormai la principale fonte di riscaldamento è il metano, non è più la legna. La Giunta Municipale ha approvato a marzo 2011 la revisione del Piano d’Azione finalizzato alla riduzione degli inquinanti in atmosfera, recepita dalla Provincia di Belluno.

Nel Piano – prosegue la nota dell’assessore Riposi –  sono contenute delle azioni a breve e medio/lungo termine, che l’Amministrazione si prefigge di attuare per ridurre l’inquinamento atmosferico e, tra le più significative si elencano: 1. E’ stata confermata la limitazione al traffico veicolare nelle giornate del martedì mattina e della domenica pomeriggio nel centro città; via Valentine (sabato e domenica pomeriggio) dalla seconda settimana di marzo e fino all’ultimo sabato e domenica di ottobre. 2. Limitazione del traffico veicolare in centro città e precisamente: – divieto di transito all’interno del centro cittadino ai veicoli individuati EURO 0. I veicoli ad EURO 0 alimentati a benzina inquinano circa il doppio rispetto ai veicoli EURO 5 a benzina, mentre quelli a diesel più di 5 volte. Mentre gli ERURO 1 a benzina emettono poco di più rispetto ai veicoli più recenti; EURO 1 incidono più del doppio sugli EURO più recenti. – Sono stati organizzati idonei controlli da parte della Polizia Locale sul rispetto delle norme sul “Bollino blu”. – deviazione del traffico pesante e precisamente di tutti i veicoli con portata a pieno carico superiore alle 7,5 t. lungo la SS 50 VAR/bis; 3. E’ in corso un programma di razionalizzazione del trasporto pubblico in città in termini di efficacia (orari e frequenza) e di efficienza in termini di riduzione delle emissioni dei mezzi. 4. E’ stata riconfermata l’ordinanza di divieto di accensione fuochi, valida dall’1 novembre 2011 al 31 marzo 2012 5. E’ stata fatta pubblicità, anche tramite internet e comunicato stampa, per l’effettuazione della pulizia periodica dei camini degli impianti di riscaldamento, siano essi a metano o a legna o ad altro combustibile. Il Comune ha sensibilizzato l’utenza sui programmi promossi dalla Provincia per la manutenzione delle caldaie. E’ stato pubblicizzato nel territorio, come progetto in collaborazione con la Provincia di Belluno, il bando per la rottamazione delle stufe a fuoco continuo, a legna, delle caldaie a gas non ad alta efficienza e di quelle a gasolio con conversione a gas. Il bando si è chiuso a novembre 2011 con l’esaurimento del fondo di € 207.000: i contributi sono stati 470. E’ probabile che venga riproposto anche per il 2012.

6. Gli Uffici comunali stanno revisionando il regolamento urbanistico implementandolo con norme sul risparmio energetico. 7. Continua il progetto “C’entro in bici” per la mobilità cittadina tramite 24 biciclette messe a disposizione gratuitamente dal Comune. Già nel 2011 l’Assessorato all’Ambiente del Comune si è attivato per coinvolgere i Comuni limitrofi attraverso conferenze di servizio per sensibilizzare le Amministrazioni sul problema dell’inquinamento atmosferico e all’adozione eventuale di iniziative da intraprendersi congiuntamente.

Per domani, 25 gennaio 2012 è infatti in programma un Tavolo Tecnico Zonale avente per oggetto il “Piano Regionale di Tutela e risanamento dell’Atmosfera”, che vedrà partecipi, non solo le Amministrazioni comunali, ma anche l’ARPAV e le ULSS del bellunese.

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share