13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 31, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Bando per l'assegnazione di legna da ardere 2011. Le domande entro il...

Bando per l’assegnazione di legna da ardere 2011. Le domande entro il 27 gennaio 2012

Il Comune di Belluno ha pubblicato un bando per l’assegnazione di legna da ardere a raccolta diretta.
Sono messi a disposizione 96 lotti di materiale legnoso per ricavarne legna da ardere, nelle zone di Castion, Val Piana/Col della Crocetta, Valle di S.Antonio e Vaus/Col di Roanza e Sotto Pradora. Per ogni domanda verranno di norma assegnati circa 40 quintali stimati di legna da ardere di latifoglie. Il prezzo unico di vendita della legna da ardere 2011, è stato stabilito con delibera di Giunta in Euro 2,00 al quintale più IVA 10%.
Possono presentare domanda tutti i cittadini abitanti e residenti nel Comune di Belluno; ogni nucleo familiare ha diritto ad una sola assegnazione di legna (“Sort”), in relazione alla disponibilità del bosco.
I nuclei familiari che pur avendone i requisiti, non possono provvedere al taglio e alla raccolta del legnatico assegnato possono delegare tali operazioni, indicandone il soggetto nell’apposito modello di domanda.
Gli interessati devono compilare e presentare l’apposito modello di domanda (ALLEGATO A) corredato da fotocopia di un valido documento d’identità.
Le domande dovranno pervenire entro il 27 gennaio 2012; non saranno prese in considerazione le offerte pervenute successivamente entro questa data, anche se spedite entro il termine medesimo.
Verrà stilata una graduatoria, secondo la quale, entro il 3 febbraio 2012, il Responsabile del Servizio Tributi/Usi Civici, coadiuvato dalla Guardia Boschiva, provvederà all’assegnazione delle parti di legna. A tutti i richiedenti assegnatari verrà data comunicazione scritta della legna e delle modalità di utilizzazione come specificatamente riportato nel bando.
In via transitoria (e come disposto con delibera di Giunta), per gli utilizzatori dei “Fitti Fondi Rustici”, l’assegnazione sulle rispettive particelle catastali/forestali (ex fondi rustici) sarà garantita solo in presenza di sufficiente massa legnosa (come riportato dal P.E.F.) e per un quantitativo massimo di Q.li 40 per nucleo familiare (corrispondente all’assegnazione media delle sort 2011) e allo stesso prezzo al quintale di Euro 2.00/q.le più IVA 10%, previa dichiarazione o relazione di taglio redatta dalla guardia boschiva comunale ed autorizzata dai Servizi Forestali Regionali.
La relativa richiesta di assegnazione dovrà essere compilata sull’apposito modello di domanda (ALLEGATO B/Fitti) e presentata nei termini e modalità del presente bando.
Le operazioni allestimento ed esbosco della legna assegnata dovranno essere effettuate entro il 31 maggio 2012.
Il bando e i modelli sono disponibili presso lo Sportello del Cittadino e sul sito internet del Comune www.comune.belluno.it.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Escursionista in gravi condizioni, ruzzolato per 200 metri

Taibon Agordino (BL), 31 - 10 - 20   Attorno alle 14 la Centrale del Suem è stata allertata da due escursionisti che avevano perso...

Nasce Gusto in Scena, il periodico di Lucia e Marcello

Dove tutto è alta qualità, sono le idee e i valori storico-culturali delle scelte a creare la differenza. Nasce su queste basi "Gusto in...

Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle attività alle imprese che rispettano le regole»

«Gli artigiani, a questo punto, tremano. Abbiamo paura di un nuovo lockdown e siamo in balia dell'incertezza che ne deriverà. Più di qualcuno potrebbe...

Sovracanoni idrici. De Menech: “Belluno rischia di perdere milioni di euro a causa di una proposta di legge di Forza Italia a favore dei...

Roma, 31 ottobre 2020   «Un danno enorme per le amministrazioni locali. La Provincia di Belluno rischia di perdere milioni di euro». Il deputato bellunese...
Share