13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 31, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Presentazione volume "Andar per monti. La grande passione" il 12 gennaio a...

Presentazione volume “Andar per monti. La grande passione” il 12 gennaio a Pedavena

Dopo l’inaugurazione della mostra “Andar per monti. La grande passione” (visitabile fino al 21 gennaio presso il ristorante Pavone a Feltre) giovedì 12 gennaio 2012, alle ore 20,30 a Pedavena presso il Centro Culturale S. Guarnieri ha luogo la presentazione dell’omonimo volume realizzato in occasione dei 90 anni di fondazione della Sezione CAI di Feltre, costituita il 30 aprile 1922. Nell’occasione gli autori della pubblicazione proporranno un’inedita presentazione del lavoro di ricerca da loro svolto, attraverso la proiezione e il commento delle più significative immagini pubblicate nel volume e che fanno parte dell’archivio fotografico della Sezione. Le fotografie conservate presso la sezione CAI di Feltre, oggi archiviate e catalogate grazie all’apporto dell’Archivio Fotostorico feltrino, sono una fonte storica di indiscusso valore e l’uso che ne è stato fatto, attraverso l’allestimento della mostra (110 pannelli e 550 immagini) e la realizzazione di questo volume (165 immagini e tre testi critici), sono solo due degli innumerevoli percorsi di rappresentazione possibili di una memoria collettiva nel confronto fra passato e presente. In apertura della serata ci sarà l’intervento di due personalità di spicco nel campo della montagna e del Club Alpino Italiano: Umberto Martini presidente Generale Club Alpino Italiano e il proff. Andrea Zannini presidente Commissione Centrale Pubblicazioni del CAI e docente di Storia moderna presso l’Università degli Studi di Udine. Il volume è edito dalla Sezione CAI di Feltre ed è curato da Bianca Simonato Zasio con testi di Teddy Soppelsa e Francesco Padovani. L’intervento di Bianca Simonato Zasio ripercorre con puntiglio storiografico, ma anche con appassionata compartecipazione, le vicende che hanno visto l’istituzione e lo sviluppo della Sezione feltrina del CAI, dall’immediato primo dopoguerra alla seconda guerra mondiale. Drammatico evento, questo, che ha segnato un’inevitabile battuta d’arresto anche nell’attività della Sezione. Ma poi si assiste al suo rilancio, negli anni ‘50 e ’60, in cui sono state gettate le basi strutturali (sentieri, bivacchi e rifugi) dell’attuale gestione. Ed anche questa fase è descritta con rigoroso rispetto dei dati storici, da Bianca Simonato, senza rinunciare ad un coinvolgimento emotivo per fatti e personaggi che lei ha conosciuto in prima persona. Il contributo di Teddy Soppelsa ci fa rivivere, anche attraverso le testimonianze dei protagonisti, le più significative imprese alpinistiche compiute sulle montagne feltrine, risalendo alle prime arrampicate affrontate dagli alpinisti inglesi e tedeschi a partire dalla metà dell’Ottocento, per ripercorrere poi le più importanti vie aperte dai rocciatori locali, fino alle più recenti scalate degli anni ’70, che vedono progressivamente l’affermarsi di uno nuovo spirito e di una diversa mentalità nell’approccio con le montagne. Il testo di Francesco Padovani propone una lettura “esterna” della storia del CAI Feltrino, tutta basata sulla significazione delle immagini, con osservazioni a volte critiche, ma mai malevole nei confronti di questa associazione, che, come ha ben sottolineato, fin dalle origini ha fondato la sua forza, nello spirito di gruppo e nella solidarietà fra i soci.

Info: Biblioteca Civica di Pedavena 0439.301818, e-mail: biblioteca.pedavena@feltrino.bl.it.

Share
- Advertisment -


Popolari

Escursionista in gravi condizioni, ruzzolato per 200 metri

Taibon Agordino (BL), 31 - 10 - 20   Attorno alle 14 la Centrale del Suem è stata allertata da due escursionisti che avevano perso...

Nasce Gusto in Scena, il periodico di Lucia e Marcello

Dove tutto è alta qualità, sono le idee e i valori storico-culturali delle scelte a creare la differenza. Nasce su queste basi "Gusto in...

Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle attività alle imprese che rispettano le regole»

«Gli artigiani, a questo punto, tremano. Abbiamo paura di un nuovo lockdown e siamo in balia dell'incertezza che ne deriverà. Più di qualcuno potrebbe...

Sovracanoni idrici. De Menech: “Belluno rischia di perdere milioni di euro a causa di una proposta di legge di Forza Italia a favore dei...

Roma, 31 ottobre 2020   «Un danno enorme per le amministrazioni locali. La Provincia di Belluno rischia di perdere milioni di euro». Il deputato bellunese...
Share