13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Il Pd vuole incontrare i commercianti e le associazioni economiche. Visalli: "La...

Il Pd vuole incontrare i commercianti e le associazioni economiche. Visalli: “La situazione denunciata dai commercianti del Centro Storico preoccupa e fa riflettere”

Irma Visalli

“La crisi tocca anche i Bellunesi. Siamo anche qui alle prese con il lavoro che manca, con le persone che si trovano quotidianamente a dover fare scelte per andare avanti. E si evita il superfluo, si riducono le spese, si evita ogni spreco”. Lo afferma in una nota Irma Visalli, segretario dell’Unione comunale del Partito democratico di Belluno.   “Il problema però è anche un altro – prosegue Irma Visalli – abbiamo vissuto il Natale in una città silente e depressa in cui è stata assente quell’atmosfera grazie alla quale sentire  l’input per vivere e “consumare” la città, per aver voglia di fare un giro tra le luci o invitare un amico in città per respirare un’atmosfera diversa da quella dei grandi e anonimi  centri commerciali. Il Natale ci ha messo di fronte non solo alla crisi dei consumi ma anche ad una assenza di pensiero su come fronteggiare sia questo grave momento sia il futuro del Centro .  Non occorrono dei geni per capire che l’economia è “indotta” anche da nuove idee, dall’attivazione di eventi per i quali , più che soldi, serve  il coinvolgimento di tutti ,soprattutto commercianti e associazioni . Ma anziché pensare a “come” attivare quell’atmosfera rivitalizzante , che certo non avrebbe gonfiato  i portafogli dei cittadini ma avrebbe frenato lo stato depressivo di questo difficile momento,   l’amministrazione Prade che fa? elimina luminarie e mercatino, oltre che la musica naturalmente.  Anziché unire fa litigare per il Capodanno. S. Nicolò/Clapis c’è stato per la generosità di commercianti e privati. Però spende più di 20.000 euro per il concorso di idee per Piazza dei Martiri. Fa Griglie Roventi e da centinaia di migliaia di euro al consulente della scuola svizzera in Nevegal e ….così via. L’assenza di un pensiero che vada al di là delle populistiche azioni  di un momento è ormai palese. E questa crisi “di pensiero”  non ha prodotto solo flessione dei consumi ma anche di  abitanti, di  visitatori. Stanno chiudendo  negozi storici del centro ,crescono gli spazi non frequentati e le vie che muoiono come via Mezzaterra. Come fatto alcuni mesi fa – conclude Visalli – l’Unione comunale del  Partito Democratico  chiederà di  incontrare  commercianti e associazioni economiche per condividere azioni e iniziative, per ascoltare le loro proposte ed esigenze . Per  fronteggiare questo vuoto con proposte concrete e costruire insieme un futuro diverso”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...

Serrande abbassate dopo le 18, l’allarme di Confartigianato. Gaggion: «Penalizzati rispetto alla grande distribuzione»

Tutto chiuso dopo le 18: vale per i bar e i pub, i ristoranti e le pasticcerie. Le disposizioni contenute nel nuovo Dpcm non...
Share