13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 23, 2020
Home Cronaca/Politica Monti cancella le province. E Bond fa la faccia feroce, promette di...

Monti cancella le province. E Bond fa la faccia feroce, promette di scrivere ad Alfano, che oramai conta come il 2 di spade, quando in tavola c’è bastoni

Con un emendamento alla manovra, il governo Monti ha fissato al 31 marzo 2013 il termine entro il quale gli organi in carica delle Province decadono. Entro il 31 dicembre 2012, inoltre, le funzioni delle province dovranno essere trasferite ai Comuni o alle Regioni. Per quelle province, come Belluno, che avrebbero dovuto andare al voto prima del 31 marzo 2013, la norma stabilisce che vengano commissariate. E quindi non si andrà più a votare per il consiglio provinciale e il presidente della Provincia.   Le Regioni a statuto speciale hanno 6 mesi per adeguarsi. Tutto come prima, invece, per le province autonome di Trento e Bolzano, protette da quel famoso trattato internazionale De Gasperi – Gruber oramai anacronistico.   “Manderò una lettera ad Angelino Alfano perchè dica basta a quelle riserve indiane che sono le province autonome di Trento e di Bolzano” ha detto il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond. Ma considerato che nulla ha fatto Alfano quando era ministro, siamo certi che nulla farà né vorrà fare ora, che il delfino di Berlusconi non fa più parte dell’esecutivo. “Ad Alfano chiederò di farsi promotore di una verifica sui presupposti costituzionali che stanno alla base di queste autonomie – insiste Bond – autonomie che a mio avviso non hanno più senso di essere”. Oltre a chiedere il sostegno delle altre forze politiche Bond auspica un coinvolgimento anche di tutti i consigli regionali di regioni “ordinarie”: “Dobbiamo fare massa critica – conclude Bond – e dire che i sacrifici devono valere per tutti”. Insomma, il solito ritornello, la faccia feroce, e tutto rimarrà come prima, con Trento e Bolzano che se la ridono. Perché i trattati internazionali si possono modificare, però occorre porre il problema all’Unione europea, non gli slogan sui giornali. Dove sono i parlamentari europei? Qualcuno di loro ha mai inoltrato una iniziativa in questo senso? A che servono i parlamentari europei?

Share
- Advertisment -


Popolari

Un nuovo progetto per la segnalazione degli ostacoli al volo

La Provincia di Belluno coordinerà un nuovo progetto di mappatura e la segnalazione degli ostacoli al volo. Con un sistema innovativo di palette catarifrangenti...

Covid. Bond (FI): «Il governo distrugge economia e Natale in un colpo solo»

«Mercati settimanali sì, casette di Natale no. Il governo deve spiegarci perché questa differenza». È quanto afferma il deputato di Forza Italia, Dario Bond, sullo...

Comuni ricicloni, Ponte nelle Alpi primeggia: Dal Borgo: “Questo riconoscimento conferma il consolidarsi del progetto di raccolta differenziata” 

Il Comune di Ponte nelle Alpi è il più riciclone della provincia di Belluno. L'ufficialità arriva dal dossier di Legambiente.  In base alla produzione...

La sanità è preparata alla nuova ondata di contagi? * di Mauro De Carli

La domanda è sulla bocca di tanti, forse non si ha il coraggio di farla per la paura dell’incertezza di questo momento: “la Sanità...
Share