13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 22, 2020
Home Cronaca/Politica Controllo fiscale: firmato l'accordo tra il Comune e l'Agenzia delle entrate. Belluno...

Controllo fiscale: firmato l’accordo tra il Comune e l’Agenzia delle entrate. Belluno è il quarto capoluogo veneto ad aver sottoscritto il patto antievasione

Il Sindaco di Belluno, Antonio Prade, e il Direttore dell’Agenzia delle Entrate del Veneto, Giovanni Achille Sanzò, hanno firmato oggi nella sede municipale un accordo per la partecipazione del comune all’attività di controllo fiscale. Presenti anche il Direttore Provinciale delle Entrate di Belluno, Domenico Vargiu, e il Capo settore controlli, contenzioso e riscossione delle Entrate del Veneto, Claudio Vollono. Dopo Padova, Venezia e Vicenza, Belluno è il quarto capoluogo veneto a sottoscrivere il patto antievasione con l’Agenzia delle Entrate. I controlli riguarderanno i seguenti ambiti:

commercio e professioni – soggetti che esercitano un’attività economica senza partita Iva o che si qualificano come enti non profit svolgendo tuttavia lucrose attività commerciali;
urbanistica e territorio – contribuenti che hanno venduto aree edificabili senza dichiararne i proventi o che hanno partecipato ad abusivismi edilizi sia di tipo residenziale che industriale;
proprietà edilizia e patrimonio immobiliare – proprietari che non dichiarano seconde/terze case, che affittano appartamenti senza registrarne i contratti o che omettono dichiarazioni Ici e Tarsu;
residenze fittizie all’estero – soggetti che dichiarano di risiedere all’estero ma di fatto continuano a mantenere i loro interessi familiari ed economici in loco;
disponibilità di beni indicativi di capacità economica – contribuenti che possiedono una quantità di beni economicamente rilevanti non coerenti con i redditi dichiarati.

L’amministrazione comunale invierà telematicamente alle Entrate informazioni utili ai fini dell’accertamento dei tributi o che possano essere indizio di evasione fiscale. Come corrispettivo riceverà fino al 100% delle imposte recuperate e delle sanzioni.

“Considero questo accordo molto importante – afferma il sindaco di Belluno, Antonio Prade – “Innanzitutto perché mette a regime una stretta collaborazione fra le istituzioni, assolutamente necessaria in questo difficile momento. Inoltre perché ci consente di realizzare, scambiando informazioni, un fisco più equo. Una urgenza, questa, sotto gli occhi di tutti”.

“Con l’accordo di Belluno la maggioranza dei capoluoghi veneti è al fianco dell’Agenzia delle Entrate nel recupero dell’evasione fiscale” – ha ribadito Giovanni Achille Sanzò, Direttore Regionale delle Entrate del Veneto – “Questo è un segnale inequivocabile. E’ il territorio stesso a chiedere un ruolo da protagonista nell’individuare e sanzionare chi non paga le tasse a scapito dei cittadini onesti”.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Aperto alla Fiera di Padova il Salone auto e moto d’epoca. Inaugurazione ufficiale venerdì mattina alle 11

Oggi è il giorno di Auto e Moto d’Epoca a Padova. Uno dei più importanti appuntamenti internazionali dedicati ai veicoli storici apre i...

Ordinanza sugli orari di sale slot. Il Tar dà ragione al Comune di Belluno e respinge la richiesta di sospensiva

Nuova vittoria del Comune di Belluno al tribunale amministrativo in materia di gioco d'azzardo: la Terza Sezione del TAR Veneto ha infatti respinto la...

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum Belluno Treviso, l'Associazione dei consumatori promossa dalla Cisl. 50 anni, trevigiano, residente ad Auronzo di Cadore,...

A Cancia è arrivata la briglia “Sabo dam”. Bortoluzzi: «Entro fine anno l’installazione»

Lavori in dirittura d'arrivo a Borca di Cadore. Nei giorni scorsi è arrivata la struttura componibile della briglia "Sabo dam", l'opera principale dell'imponente lavoro...
Share