13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Meteo, natura, ambiente, animali Pubblicato il nuovo “Atlante degli uccelli nidificanti nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi”....

Pubblicato il nuovo “Atlante degli uccelli nidificanti nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi”. Il volume sarà presentato a Belluno il 4 novembre

Benedetto Fiori

Tre anni di indagini sul campo, 43 rilevatori coinvolti, migliaia di dati rilevati, 115 specie di uccelli censite: sono alcuni numeri del nuovo “Atlante degli uccelli nidificanti nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi”, l’ultima pubblicazione edita dal Parco nella collana “Rapporti”.
Realizzato in collaborazione con la LIPU e grazie al cofinaziamento della Fondazione Cariverona, il volume riassume, in 270 pagine a colori, le attuali conoscenze sull’avifauna nidificante nel Parco.
Dopo una parte introduttiva, che descrive l’area di studio e i metodi di rilevamenti utilizzati, c’è la sezione più corposa del volume, formata da 115 schede a doppia pagina.
Ogni scheda riporta, per ciascuna delle specie nidificanti nel Parco, notizie storiche, preferenze ambientali, informazioni sulla distribuzione in Italia, nel Veneto e nel Parco Nazionale, oltre ad alcune note sulla conservazione.
Completano ogni scheda una o più foto della specie descritta e una mappa della sua distribuzione nel Parco. Un “Atlante dei nidificanti” è infatti una pubblicazione che descrive, con mappe, la distribuzione geografica delle specie di uccelli che nidificano in un determinato territorio oggetto di studio (in questo caso gli oltre 31.000 ettari del Parco Nazionale). Questo tipo di indagine, ripetuta nel tempo, consente di evidenziare le variazioni nella composizione e distribuzione delle popolazioni di uccelli di un determinato territorio e fornisce utili indicazioni per la loro conservazione.
Scorrendo questo nuovo volume si scopre così che nel Parco nidifica quasi la metà delle specie di uccelli che si riproducono in Italia e che, tra le 115 specie presenti, sono numerose quelle importanti dal punto di vista conservazionistico, come ad esempio il fagiano di monte, il gallo cedrone, la pernice bianca, la coturnice, il francolino di monte o il re di quaglie.
Nel Parco nidificano 10 specie di rapaci diurni e 7 di rapaci notturni, oltre a 4 diverse specie di picchi (cenerino, verde, nero e rosso maggiore), mentre il lago del Mis è una delle pochissime località italiane in cui si riproduce lo smergo maggiore: una grossa anatra dal becco seghettato, che permette di catturare più facilmente i pesci di cui si nutre.
Questo Atlante “è un punto fermo nelle conoscenze faunistiche del Parco”, scrive il Presidente dell’area protetta, Benedetto Fiori, nella prefazione al volume, che così sottolinea l’importanza del lavoro: “per chi, come me e gli altri membri del Consiglio Direttivo, è chiamato a gestire e conservare il patrimonio naturale del Parco, l’Atlante è un utile supporto alle decisioni; per i tecnici dell’area protetta è un indispensabile strumento di lavoro; per gli appassionati di birdwatching questo libro è invece una miniera di informazioni, che potranno utilizzare per pianificare al meglio le loro escursioni nel Parco”.
I rilievi per realizzare l’Atlante sono stati compiuti da ornitologi professionisti, appassionati volontari, personale del Parco e del Corpo Forestale dello Stato, ma l’auspicio è che questo lavoro sia un punto di partenza, non di arrivo perché, ha dichiarato ancora il Presidente Fiori, “il mio augurio è che, da oggi in poi, chi visita l’area protetta e osserva specie particolarmente rare o significative lo segnali ai nostri uffici, in modo da poter mantenere sempre aggiornato lo stato delle nostre conoscenze. In questo modo potremo, con la collaborazione dei numerosi appassionati che frequentano le nostre montagne, gestire sempre meglio il Parco: sarebbe un “risultato collaterale” di questo Atlante di non poca importanza”.
Il volume è in vendita presso la sede dell’Ente Parco a Feltre, nei centri visita e sul sito internet www.dolomitipark.it.
La presentazione ufficiale del volume è prevista per venerdì 4 novembre, alle ore 18.00 a Belluno, presso la sala “Bianchi” in Viale Fantuzzi, alla presenza del Presidente del Parco e degli Autori del libro.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Elisoccorso. Azienda Zero vince il ricorso al Tar, Elifriulia condannata al pagamento delle spese processuali

Con sentenza n.102 pubblicata il 13 ottobre 2020 il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha respinto per inammissibilità e per infondatezza il ricorso promosso...

Emergenza Covid, le direttive della Prefettura

Si è tenuta ieri 19 ottobre 2020, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana...

Confcooperative Belluno e Treviso: i prodotti delle coop agroalimentari aiutano le famiglie bellunesi in difficoltà

L’associazione di categoria ha sposato il progetto “La povertà a casa nostra”, promosso da Insieme si può, in occasione di Scoop!: durante la festa...

Treviso nega il patrocinio al convegno di Crisanti. Zanoni: “Nello Zaiastan è vietato criticare il Doge”

Treviso, 20 ottobre 2020   "È vergognoso che la Giunta di Treviso ritiri il patrocinio a un convegno dell'Ateneo di Treviso sulla pandemia perché la...
Share