13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Possibili alienazioni della Regione in Cansiglio. Bottacin: «Totale coinvolgimento degli enti del...

Possibili alienazioni della Regione in Cansiglio. Bottacin: «Totale coinvolgimento degli enti del territorio. Studieremo insieme se e come vendere i beni ceduti da Venezia»

Si sono riuniti questa mattina, nella sede di Veneto Agricoltura a Mestre, il presidente della Provincia di Belluno, Gianpaolo Bottacin, l’assessore regionale di comparto, Franco Manzato, e l’amministratore delegato della società, Paolo Pizzolato: tema dell’incontro, le ipotizzate alienazioni di immobili della Regione.
«Come è stato detto, la Regione Veneto ha ipotizzato di vendere, in futuro, quei beni che non rientrano appieno nel core business del governo di Palazzo Balbi – ha spiegato Bottacin – . Ecco perché stamani ho voluto incontrare, a Mestre, i principali attori dell’iniziativa».
«Dalla riunione è emersa una piena condivisione del modus operandi che verrebbe messo in atto, nel caso in cui si procedesse effettivamente alle previste alienazioni che includerebbero anche quei beni siti nel territorio del Cansiglio – ha detto ancora il capo di Palazzo Piloni – . Quello che ho chiesto ed ottenuto è il totale coinvolgimento degli enti che governano la zona (i Comuni e le Province) e che dovranno essere chiamati in causa nella partita riguardante il futuro dei siti che verranno eventualmente ceduti».
«Nessuna imposizione dall’alto, dunque, ma un confronto serio sulle possibilità che si potranno aprire per quei territori, valutando possibili soluzioni, in armonia fra loro. A breve verrà organizzato un nuovo incontro a cui prenderanno parte proprio gli enti locali interessati: in quell’occasione verrà quindi definito se e come gli immobili potranno essere alienati», ha concluso Bottacin.

Franco Manzato

“Ribadisco che ogni decisione che possa riguardare ipotizzata alienazione di immobili di proprietà regionale in Cansiglio, che non servono all’attività dell’amministrazione pubblica, sarà presa in accordo con gli enti locali direttamente interessati. E’ un impegno che ho sempre preso con me stesso, che ho confermato pubblicamente in agosto e che ripeto ora”. Così si è espresso l’assessore all’agricoltura del Veneto Franco Manzato, che sulla questione ha incontrato questa mattina a Legnaro, in provincia di Padova, il presidente della Provincia di Belluno Gianpaolo Bottacin e l’amministratore delegato di Veneto Agricoltura Paolo Pizzolato.
“Abbiamo preso il comune impegno – ha aggiunto Manzato – che Comuni e Province interessati siano coinvolti a pieno titolo in ogni iniziativa che vada in questa direzione, tenuto conto di quale è la storia del Cansiglio e della presenza dell’uomo su questo straordinario altopiano, affidato alla gestione pubblica da almeno mezzo millennio ma dove vivono comunità e famiglie che poi tale gestione l’hanno concretamente realizzata”.
“La partecipazione alla discussione dunque sin d’ora si allarga – ha concluso Manzato – e a breve promuoverò un incontro cui saranno chiamati ad intervenire tutti gli enti territoriali interessati”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Nessuna violazione al codice deontologico. Archiviata l’accusa di Gidoni al direttore di Bellunopress

Il Consiglio di Disciplina Territoriale dell'Ordine dei Giornalisti del Veneto, nella riunione del 16 luglio 2020, delibera "il non doversi procedere per il presente...

Non c’è stato alcun mobbing. La Corte d’Appello rovescia la sentenza del giudice del lavoro e accoglie il ricorso del Comune di Belluno

La Sezione Lavoro della Corte d'Appello di Venezia ha accolto il ricorso del Comune di Belluno contro la sentenza non definitiva del Tribunale di...

Il supermercato A&O del centro città riapre. La proprietà Cestaro/Unicomm conferma la decisione al consigliere Addamiano

Belluno, 27 ottobre 2020  -  C'è una buona notizia per i residenti del centro città, il supermercato A&O di Belluno, quello vicino al Teatro...

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...
Share