13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 28, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Esperti a convegno il I° ottobre in Sala degli Stemmi per il...

Esperti a convegno il I° ottobre in Sala degli Stemmi per il V centenario della ricostruzione di Feltre (1511-2011)

Il Convegno di Studi “Ex cineribus Feltri” sarà ospitato l’1 ottobre nella prestigiosa Sala degli Stemmi del Palazzo municipale feltrino. Con inizio alle ore 9.30, dopo i saluti istituzionali di rito delle autorità, Adriano Rasi Caldogno (Presidente della Fondazione per l’Università) darà la parola agli esperti che parleranno in prima mattinata, e che tratteranno in modo approfondito degli aspetti storico-archivistici, archeologici e artistici della ricostruzione. Alle 11.20, Elena Svalduz, si soffermerà sul tema della “città-fenice” e degli incendi in età moderna, mentre Andrea Caracausi affronterà le problematiche legate agli incendi e all’economia, in un excursus temporale che va dal medioevo all’età contemporanea. Nel corso della mattinata parleranno anche Erilde Terenzoni, Marisa Rigoni e Tiziana Conte.
Alle 12 don Claudio Centa, intratterrà i convegnisti con una relazione dal titolo “L’opera della Chiesa nella ricostruzione di Feltre”, e con le sue analisi chiuderà la prima parte dei lavori.
Alle ore 15.30, Matteo Melchiorre aprirà invece quelli del pomeriggio con la “Parola ai notai. La distruzione di Feltre e il suo dopoguerra alla luce dei protocolli notarili”. Gli architetti Irene Barp e Irene Pizzin tratteranno della forma urbana e delle architetture della ricostruzione, mentre alle 16.30 l’archeologo Flavio Cafiero farà degli approfondimenti sugli scavi di Palazzo Bizzarini.
Franca Visentin, presidente del comitato per il V centenario, trarrà le conclusioni della giornata di studio nel tardo pomeriggio. Tutti i presenti potranno poi, al Fondaco delle Biade, visitare la mostra “Ex cineribus Feltri”.
In serata, alle 20.30, al Teatro de La Sena verrà rappresentato “Il fuoco nella città contesa. Feltre 1509-1510”, spettacolo teatrale a cura degli studenti dell’Istituto F.D.C. Canossiane di Feltre.
Le iniziative sono sostenute dall’Amministrazione regionale ai sensi della L.R. 4/2006, e sono realizzate grazie ad un lavoro d’équipe condotto dal Comitato Regionale per il V° Centenario della Ricostruzione della Città di Feltre e la Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura in provincia di Belluno;

Le celebrazioni del V centenario termineranno giovedì 6 ottobre con il grande concerto nel Duomo di Feltre.

Scheda del Concerto in programma presso la Chiesa Concattedrale di San Pietro in Feltre giovedì 6 ottobre 2011, ore 20.45, in occasione delle celebrazioni per il Quinto Centenario della Ricostruzione della Città.
“I Cantori di S. Marco”, diretti dal Maestro Marco Gemmani, eseguiranno un programma di assoluta pertinenza tematica e storica: Missa sopra la Battaglia. I brani d’epoca rinascimentale sono tutti di eccelsi compositori veneti, o attivi in area veneta quando non a Venezia come maestri di cappella della Basilica di San Marco. I loro nomi spiccano nel repertorio sacro vocale, in particolare Giovanni Croce, Alvise Balbi, Alessandro Grandi, Andrea Gabrieli. Eccezionale l’organico: dodici cantanti (Alice Borciani, Elena Modena, Susan Anne Proctor – soprani, Julio Fioravanti, Gabriele Petruzzo, Lucia Zigoni – contralti, Marco Mustaro, Jonathan Pradella, Claudio Zinutti – tenori, Yiannis Vassilakis, Marcin Wyszkowski, Velthur Tognoni – bassi), otto strumenti a fiato (Pietro Modesti – cornetto; Corrado Colliard, Davide Giacuzzo – trombe rinascimentali; Valerio Bassanello, Francesco Nigris, Sergio Bernetti, Ivo Pezzuti, Saverio De Cian – tromboni rinascimentali), organo (Nicola Lamon), diretti da Marco Gemmani, attuale Maestro di Cappella di San Marco. La distribuzione degli esecutori, spesso a due cori, prevede l’articolazione sino a tre cori, ma non esclude anche l’esecuzione più raccolta a sole voci maschili e a due voci superiori e basso continuo. Ne deriva una varietà timbrica e dinamica pienamente consona ai testi in programma, che includono sia le parti consuete della Messa (il cosiddetto ordinarium missae) sia le sezioni specifiche di una data celebrazione (il proprium missae). Come si usava all’epoca, voci e strumenti a fiato, nella finezza e pastosità d’emissione di cornetti, trombe e tromboni rinascimentali, si sposano in insieme, con effetti acustici di ampiezza particolarmente adatti all’acustica del luogo sacro; con quest’intento i testi cantati risuonano ancor più nel loro valore contenutistico e nelle immagini spirituali e teologiche che preziosamente racchiudono. L’evento concertistico, ideato da Elena Modena, fa capo al Centro Studi Claviere di Vittorio Veneto.
Il concerto si realizza grazie all’importante sostegno della Fondazione Cariverona.

Share
- Advertisment -

Popolari

Pallavolo Belluno. Diego Poletto: «Non abbiamo mai staccato, ora alziamo la qualità»

La Pallavolo Belluno non si ferma. Anche se non esiste ancora una data precisa per l'esordio nella B maschile, la Da Rold Logistics non...

Webinar per genitori e insegnanti: primo appuntamento il 30 novembre

Tre incontri per genitori e insegnanti sull’impatto emotivo da covid su bambini e ragazzi organizzati dalla Psicologia Ospedaliera dell’Ulss Dolomiti. La pandemia, soprattutto in questa...

Situazione contagi nelle scuole: 39 classi in isolamento fiduciario

Belluno, 27 novembre 2020 -  Sono attualmente in carico al “Team scuola” del Dipartimento di Prevenzione della Ulss Dolomiti 91 classi della provincia così...

Scarica di sassi nella notte a Canal, attivata la richiesta di intervento di somma urgenza alla Provincia di Belluno

Feltre, 27 novembre 2020 - Nella notte si è verificato dal versante a nord dell'abitato di Canal (Feletre) il distacco di alcuni massi rocciosi che...
Share