13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 17, 2024
HomePrima Pagina18 volte il giro della terra! Aumenta nel mondo il numero degli...

18 volte il giro della terra! Aumenta nel mondo il numero degli affamati. Cresce l’impegno di “Insieme si può…”

La richiesta più ricorrente era sempre la stessa “avete cibo da darci?”, sia che fossimo in Karamoja (Nord Est dell’Uganda), dove il mese di agosto è chiamato “il mese della fame” – precede il raccolto e ormai le (poche) scorte dello scorso anno sono ormai finite – sia che fossimo nella capitale Kampala. Eppure nei mercatini ai bordi delle strade i sacchi di farina e di fagioli sono stracolmi.
La gravissima crisi alimentare che sta colpendo buona parte dei paesi africani sta proprio in quei sacchi così pieni. La gente, infatti, non ha più i soldi neppure per acquistare il cibo quotidiano. Complice una criminale speculazione economica che sta colpendo in modo durissimo soprattutto i più poveri, e un aumento incontrollato della benzina, in pochi mesi il prezzo del mais è raddoppiato, quello dello zucchero addirittura triplicato.
A chiedere cibo sono quindi gli ospedali, i centri nutrizionali, gli orfanotrofi, le scuole ed è davvero difficile accontentare tutti.
Dall’inizio dell’anno “Insieme si può…” è intervenuta in Uganda già con oltre 80.000 euro che diventeranno 120.000 entro la fine dell’anno.
Ma la crisi che sta colpendo ugualmente il Corno d’Africa ha spinto l’Associazione a intervenire in modo massiccio anche in Somalia con 60.000 euro per l’acquisto e la distribuzione di viveri di prima necessità a Mogadiscio e con altri 30.000 euro per il sostegno scolastico e alimentare di una scuola elementare frequentata da oltre 100 bambini.
Interventi significativi per combattere la fame sono stati effettuati, in queste ultime settimane, anche in Tanzania con 5.000 euro e in Kenya con altri 5.000 euro.
Purtroppo la situazione non accenna a migliorare e se le piogge cadute in agosto in Karamoja lasciano ben sperare per un raccolto finalmente sufficiente, la siccità sta colpendo forte in Somalia, Etiopia, Kenya e Tanzania.
Nell’indifferenza quasi totale della comunità internazionale, il numero delle persone affamate cresce quotidianamente. Secondo alcune stime sono ormai più di un miliardo coloro che vanno a dormire la sera con lo stomaco (quasi) vuoto.
Se si mettessero in fila con un piatto in mano farebbero 18 volte il giro della terra!
Piergiorgio Da Rold

Chiunque volesse contribuire a combattere la morte per fame in Uganda o Somalia e ridare, così, speranza a un intero popolo, può effettuare una donazione a:
Associazione Gruppi “Insieme si può…” Onlus-Ong, su conto corrente postale 13737325 oppure su conto corrente bancario presso Unicredit IBAN IT 16 K 02008 11910 000017613555 indicando in causale: emergenza fame Uganda o Somalia .
Per approfondimenti sul tema www.365giorni.org.

 

- Advertisment -

Popolari