13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Scuola. De Gan: «Corpo docenti: figli e figliastri» L’assessore di Palazzo Piloni...

Scuola. De Gan: «Corpo docenti: figli e figliastri» L’assessore di Palazzo Piloni incontra il direttore dell’UST: «Controlli a tappeto»

Stefano De Gan assessore provinciale

Stefano De Gan, assessore all’Istruzione della Provincia di Belluno, entra nel merito della “questione graduatorie” degli insegnanti e annuncia che l’Ufficio Scolastico Territoriale resterà a disposizione degli interessati: «Gli inserimenti a pettine sono penalizzanti per il nostro corpo docente. Chi avrà bisogno di informazioni, ad ogni modo, troverà l’ufficio aperto (martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00) – come da comunicazione nell’incontro avuto con il direttore – anche per la richiesta di accesso agli atti, relativamente alle graduatorie ad esaurimento. Su interessamento dell’assessore, poi, il dirigente dell’UST, Domenico Martino, ha assunto l’impegno di controllare la documentazione relativa a tutti gli inserimenti, malgrado i ritardi che si stanno accusando nella trasmissione delle pratiche da parte delle province da cui provengono i docenti».
«Possibile che nelle nuove graduatorie, tutti i docenti del Sud riescano a scalzare i “nostri” insegnanti?». Se lo chiede l’assessore con delega all’Istruzione della Provincia di Belluno, Stefano De Gan, che raccoglie l’allarme lanciato dalla presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia.
«Punteggi che salgono alle stelle, esperienze lavorative che si moltiplicano, titoli di studio che raddoppiano e si sommano, riconoscimenti di invalidità tutti da verificare: tutto questo sotto gli occhi (…chiusi?) di chi dovrebbe vigilare sulla legalità delle candidature per l’insegnamento al Nord – commenta De Gan – . E tutto questo, aggiungo, sulla testa di docenti preparati, che hanno l’unica pecca di provenire da terre dove gli stessi punteggi assegnati ed i concorsi si svolgono nel pieno rispetto delle regole e dove la professionalità e la serietà sono doti richieste e poi premiate; o, ancora, sulla testa di insegnanti arrivati da altre Regioni ma che qui si sono già integrati da tempo».
«Non chiediamo nulla di trascendentale quando domandiamo che non ci siano questi “squilibri” frutto di mancati controlli da parte di chi è chiamato a farli – dice ancora De Gan – . Non ci possiamo definire un Paese civile fino a che i cittadini, in questo caso gli “insegnanti-figliastri” di questo “sistema-Italia”, saranno costretti a vedersi sopraffare e scavalcare da “insegnanti-figli” del Sud Italia».
«Stiamo mettendo nelle mani sbagliate la preparazione e la formazione delle generazioni future, sia in termini di contenuti, sia in termini di modelli di riferimento – continua l’assessore – . Far vedere agli alunni che con le “scorciatoie” si può ottenere un immeritato posto di lavoro è quanto di più disdicevole possa accadere, specie nel mondo della scuola».
«Ritengo pertanto doveroso e fondamentale, se vogliamo che la legge sia davvero uguale per tutti, che gli organi preposti eseguano dei controlli sulle carriere e sui curricula dei docenti provenienti da altre regioni e che vengono inseriti nelle graduatorie degli insegnati del Veneto – conclude De Gan – . Ricordo, infine, che fra i compiti del Difensore Civico delle Province c’è anche quello di valutare le mancate risposte di acceso agli atti ex-legge 241/90 da parte dei docenti che sono stati scavalcati e che – correttamente – hanno un proprio interesse da tutelare».

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Il supermercato A&O del centro città riapre. La proprietà Cestaro/Unicomm conferma la decisione al consigliere Addamiano

Belluno, 27 ottobre 2020  -  C'è una buona notizia per i residenti del centro città, il supermercato A&O di Belluno, quello vicino al Teatro...

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...
Share