13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Gsp: l'assemblea approva il bilancio con 876.689 euro di perdita e proroga...

Gsp: l’assemblea approva il bilancio con 876.689 euro di perdita e proroga il mandato al presidente e al Cda

Bilancio. E’ stato approvato con 46 favorevoli, 2 contrari (Rocca Pietore, La Valle) e 9 astenuti (Chies, Tambre, Trichiana, Mel, Lentiai, Ponte, Forno, Cortina, Feltre). Al 31 dicembre 2010 la società ha 876.689 euro di perdita. Il saldo di conto economico deriva da un accantonamento che il gestore fa per una valutazione diversa sull’adeguamento della tariffa del servizio idrico per il periodo 2004-09. Sono stati messi da parte, infatti, 2,2 milioni euro. Sulle perplessità di Andrea Franceschi, sindaco di Cortina, il presidente di Gsp ha spiegato la questione con poche e semplici parole: «La società avrebbe 1 milione e mezzo circa di utile se non ci fosse stato un delta tra i 20 milioni euro riconosciuti dall’Aato e i 22 milioni di euro circa conteggiati da Gsp».
Quadro nel quale si inserisce il risultato d’esercizio. Deriva da effetti di distorsione prodotti da fenomeni esterni alla gestione della società come: il piano d’ambito e dalla sua riformulazione; la revisione della tariffa da parte dell’Aato o, in sua sostituzione, della nuova agenzia nazionale e dalle tempistiche dell’auspicata soluzione in merito alla differenza sul pregresso riferito al periodo 2004-09. Anche il referendum ha contribuito a rendere più incerto il settore e a ridefinire il rapporto con le banche. Infine, è in scadenza la concessione del servizio di distribuzione di gas naturale e Gsp dovrà partecipare alla gara europea dettata dalle liberalizzazioni nazionali, ritarando su Feltre e Pedavena, attualmente gestite da un altro operatore, la sua offerta.
Attività. Nel corso dell’assemblea sono stati presentati i numeri dell’attività 2010: 38.000 chiamate al call center interno, 26.400 accessi allo sportello, 2100 allacci, 77 estensioni della rete idrica, ricerca di fughe nella distribuzione del gas nell’80% della rete e 155 progetti del piano d’ambito. Quanto al personale e ai concorsi che la società sta facendo in questo periodo, come chiesto dal sindaco di Chies, Loredana Barattin: «Il monte ore del personale è sceso dello 0,8% – ha Roccon – e l’organico è rimasto lo stesso perché i concorsi presenti sono coperture di posti fino ad oggi a tempo determinato».
Conferma di Reconta. La società di revisione esterna è stata confermata per un altro triennio.
Impegno dei sindaci a chiedere al comitato istituzionale e al presidente Aato  un’assemblea per deliberare sulla questione tariffaria entro mese di luglio. La proposta fatta dal presidente in assemblea è stata approvata a grande maggioranza. «Le banche – ha detto Roccon – ci chiedono perché devono impegnarsi se i sindaci stessi non si muovono per permettere alla società di rientrare nel proprio credito». Si è accesa su questo tema un’intensa discussione con interventi di molti sindaci. Ennio Vigne (Santa Giustina) ha proposto di «azzerare gli investimenti, così tanti sindaci si accorgeranno della necessità dei depuratori, trascurati in passato e che attualmente devono essere pagati con la tariffa». Mario Manfreda, sindaco di Lozzo, ha ribadito: «é necessario arrivare a decisioni quanto prima per avere una tranquillità negli investimenti e valorizzare un bene bellunese che sono le nostre società».
Portare al 30 settembre 2011 le cariche amministrative della società. Con l’astensione di Chies e Ponte nelle Alpi è stata prorogata per Gsp la carica di cda e del presidente.

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share