13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 30, 2022
Home Lavoro, Economia, Turismo Cortina d'Ampezzo: da dicembre 2010 a marzo 2011 le presenze complessive a...

Cortina d’Ampezzo: da dicembre 2010 a marzo 2011 le presenze complessive a Cortina sono aumentate dell’1,9%

Il centro di Cortina d'Ampezzo

«Il bilancio relativo al turismo della passata stagione invernale è indubbiamente positivo». Ad affermarlo, nel corso della conferenza stampa indetta stamattina, il presidente di Cortina Turismo, Stefano Illing, che ha mostrato come il dato rilevante emerso dall’analisi dei mesi da dicembre a marzo dell’inverno 2010/2011 sia l’incremento di presenze, nella Regina delle Dolomiti, pari all’1,9% (strutture alberghiere ed extra-alberghiere). Gli ospiti che hanno deciso di trascorrere le vacanze bianche tra le Dolomiti sono aumentati, infatti, da 472.080 a 480.970.
Il numero degli arrivi totali ha registrato una crescita pari al 3,5%, una dinamica sostenuta dal forte incremento degli arrivi alberghieri, aumentati del 5,9%. «Un dato molto importante per il Consorzio – ha affermato il presidente Illing – che ha lo scopo di fare affluire persone nella valle, di catturare l’attenzione del turista con iniziative e comunicazioni efficienti e mirate».
Segno “più” anche per le presenze alberghiere (+5,0%), mentre risultano in calo le presenze extra-alberghiere (-1,9%), benché quest’ultimo sia un dato più difficile da verificare. Numeri, quelli illustrati in conferenza stampa, che confermano la volontà sempre maggiore del turista di sfruttare le numerose risorse della valle ampezzana. Le migliori performance nelle presenze alberghiere si registrano nei mesi di dicembre (+3,8%), gennaio (+6,3%) e marzo (+18,7%), mentre a febbraio si segnala un calo del 6.2%.
Grande attenzione ai mercati esteri che riservano risultati interessanti. Crescono gli arrivi da Russia (+12.5%), paesi Scandinavi (+12.4%) e USA (+9.2%); invariati restano quelli dalla Germania, mentre leggermente in calo è la Gran Bretagna, con una Spagna, al contrario, in forte crescita. Gli stranieri preferiscono soggiornare tra le Dolomiti soprattutto a dicembre (+29,8%), gennaio (+11%) e febbraio (+13,2%); in calo, invece, il mese di marzo (-12,3%).
Il mercato italiano vede, come sempre, il Lazio al primo posto per afflusso turistico nella conca d’Ampezzo, con un aumento dell’1,1% degli arrivi alberghieri, seguono Emilia Romagna con uno +0,4%, Veneto +9,1% e Lombardia +11,3%. L’affluenza di turisti dal Belpaese a Cortina è aumentata soprattutto nei mesi di gennaio (+4,2%) e marzo (+32,5%).
Molto interessante è anche la valutazione dell’analisi dei tempi di permanenza: in media il turista che arriva a Cortina sceglie di rimanervi 4,6 giorni nelle strutture alberghiere, 6,8 giorni in quelle extra-alberghiere, per un periodo di permanenza media di 5,32 giorni. Percentuale rimasta invariata rispetto alla stagione precedente.
Il generale andamento positivo si traduce, ovviamente, anche in ottimi risultati sulla vendita degli skipass: quest’anno Cortina è in testa a tutte le località del Dolomiti Superski come migliore incremento di vendite (+1,7%).
Per capire a fondo l’importanza di questi dati è utile confrontarli con quelli delle valli limitrofe che hanno affrontato una stagione invernale più difficile di quella ampezzana.
Se Cortina registra un aumento degli arrivi alberghieri di +5,9% e un +5,0% sulle presenze alberghiere nello stesso periodo in Alta Badia la crescita appare molto più contenuta (+0,2% e +0,5%), in Val Gardena è quasi nulla (-0,2 e 0%), in diminuzione in Alta Pusteria (-1,1% e -1,6%).
E se i dati dell’inverno appaiono tanto incoraggianti, numerose sono le iniziative in programma per rendere la bella stagione nella Regina delle Dolomiti ancora più accattivante. Una su tutte, la grande novità del 2011, i Club di Prodotto. Sviluppati in linea con l’attuale situazione e le moderne esigenze del mercato turistico internazionale hanno lo scopo di rendere più strutturata l’offerta in base alle motivazioni di vacanza. L’obiettivo è quello di uscire dall’indistinto della montagna, intesa come bel panorama e natura ed entrare nel distinto di offerte specifiche, strutturate ad hoc per ogni necessità: Bike Resort, Family Resort, Vertical e Nature Resort e altre tipologie di vacanze confezionate su misura.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Bando regionale per la parità ed equilibrio di genere. Donazzan: “10 milioni per sostenere una cultura più inclusiva”

I progetti potranno essere presentati entro il 31 gennaio 2023 dagli enti accreditati “Anche in Veneto, nonostante i livelli di occupazione femminile più alti...

Belluno, saldo Imu 2022 entro il 16 dicembre. Invariate aliquote e detrazioni

Scade venerdì 16 dicembre 2022 il termine per il pagamento del saldo IMU 2022. La legge 234/2021 (legge di Bilancio 2022) prevede alcune agevolazioni per...

L’assessore regionale Lanzarin interverrà oggi alla Conferenza dei sindaci

Belluno, 30 novembre 2022 - Incontro sulla sanità con la Regione, oggi pomeriggio a Belluno in Sala Bianchi. La riunione della conferenza dei sindaci...

Laurea infermieristica a Feltre. Avviato l’anno accademico

Feltre, 30 novembre 2022 - Ieri è stato dato avvio ufficialmente al nuovo Anno Accademico nella sede di Feltre dell' Università degli Studi di...
Share