13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Riflettore Ospedale Codivilla-Putti di Cortina. Sergio Reolon chiede la convocazione urgente della Commissione...

Ospedale Codivilla-Putti di Cortina. Sergio Reolon chiede la convocazione urgente della Commissione sanità: “Situazione gestionale di dubbia legittimità”

Sergio Reolon

“Da quasi due anni è scaduta la sperimentazione gestionale pubblico-privata del Codivilla-Putti di Cortina. Si configura a questo punto una situazione di dubbia legittimità. Il presidente Zaia e l’assessore Coletto vengano in commissione e dicano quali decisioni intendono prendere per il futuro dell’ospedale”.
A dirlo è il consigliere regionale del PD, Sergio Reolon, che assieme agli esponenti democratici Claudio Sinigaglia, Stefano Fracasso e Bruno Pigozzo, ha inviato una lettera la presidente della commissione sanità, Leonardo Padrin, con la quale si chiede la convocazione urgente di un’audizione che riunisca i massimi vertici regionali.
Approvato dalla Giunta regionale ancora nel giugno 2001, il progetto per la sperimentazione gestionale dell’Ospedale di Cortina è stato avviato il 1° luglio 2003 e prorogato fino al 30 giugno 2009. “Tra i punti di forza del progetto, c’erano le attività consolidate sia nel campo della traumatologia ortopedica con oltre 1700 pazienti all’anno sia nel settore del trattamento delle infezioni osteo-articolari. Ma quali sono stati gli esiti di questa sperimentazione? Malgrado la Giunta abbia acquisito il giudizio di tre esperti – sottolineano ancora Reolon e i consiglieri PD – il Consiglio regionale non è stato mai messo a conoscenza dei contenuti di questa valutazione tecnica”.
“Nel frattempo sulla gestione del Codivilla-Putti hanno indagato la Procura della Repubblica e la Corte dei Conti: la magistratura contabile ha quantificato un danno erariale superiore ai 3 milioni di euro; mentre per quanto riguarda la giustizia ordinaria, il processo per truffa e falso ideologico inizierà il 28 ottobre 2011.
Un chiarimento in sede istituzionale – conclude Reolon – diventa a questo punto doveroso ed indispensabile per non lasciare ulteriormente in sospeso una questione che riguarda da vicino migliaia di utenti, tra bellunesi e turisti della montagna”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share