13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 18, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Cortina alla conquista del Trento Film Festival

Cortina alla conquista del Trento Film Festival

Cultura delle vette in pellicola ma non solo: questo e molto altro è il Trento Film Festival, la più antica manifestazione dedicata al cinema di montagna, che calerà il sipario sulla 59esima edizione domenica 8 maggio. Un appuntamento al quale non poteva mancare la Regina delle montagne italiane, Cortina d’Ampezzo. A portarne la bandiera sarà il regista Andrea Gris, nome noto della cultura sotto le Tofane, che domani, sabato 7 maggio, presenterà il film-documentario Parole, valori e colori: un racconto speciale sulle Dolomiti, inserito come film-evento all’interno della kermesse.
Reduce dall’esperienza dello scorso anno, quando fu presentato L’alfabeto rubato a Lino Lacedelli, realizzato dopo la morte del famoso Scoiattolo, il regista Andrea Gris ha deciso quest’anno di riproporre la cultura ampezzana affrontando un tema diverso e realizzando un cortometraggio, che racconta i Monti Pallidi come un’esperienza mentale e visiva insieme.
L’idea, concepita con la partecipazione di Alessandro Manaigo, che ha curato fotografia e montaggio, è stata quella di unire i valori delle Dolomiti e della montagna attraverso i colori delle meravigliose fotografie di Paola Dandrea e Giacomo Pompanin e i racconti degli opinionisti ufficiali delle prime due edizioni di Cortina inCroda, Mauro Corona e Erri De Luca, personaggi che non hanno certo bisogno di presentazioni e da sempre grandi appassionati di vita d’alta quota.
La pellicola gioca principalmente su montaggio e colori. I colori delle parole e quelli che sfumano le magiche montagne ampezzane, dando vita a diverse tonalità paesaggistiche, capaci, non di rado, di tratteggiare anche diversi stati d’animo. «Abbiamo lavorato molto al montaggio», racconta il regista, «giocando sulla cromaticità dei volti dei due scrittori dandogli pennellate diverse a ogni argomento. Un gioco di tinte alla Andy Wharol, che regala una certa storicità e al tempo stesso modernità al video».
La partecipazione alla rassegna è molto importante perché, oltre a dare alla Regina delle Dolomiti il meritato rilievo, sarà anche l’opportunità di promuovere la prossima edizione di Cortina inCroda, in programma dal 9 luglio al 9 settembre 2011. Le immagini utilizzate nel film, infatti, sono state interamente raccolte sia durante la manifestazione che durante le puntate della trasmissione Benvenuti a Cortina, permettendo la realizzazione dello stesso a costo zero. Per la proiezione saranno presenti in sala oltre ad Andrea Gris e Alessandro Manaigo, anche alcuni membri dell’associazione Cortina inCroda.  Andrea Gris nasce a Cortina negli anni Sessanta. Dopo aver iniziato a Radio Cortina come deejay, si trasferisce a Roma, dove lavora per molte emittenti private e per Radio Rai. Realizza circa 60 documentari per TeleMontecarlo e, in seguito, per Odeon Tv. È giornalista pubblicista, regista, autore televisivo e direttore artistico di Radio Cortina, dove da alcuni anni conduce trasmissioni dedicate alla montagna. È inoltre corrispondente del Corriere delle Alpi e di alcune testate nazionali da Cortina d’Ampezzo.

Share
- Advertisment -




Popolari

Sorveglianza al lago Sorapis. Il bilancio dei carabinieri forestali delle Stazioni di Cortina e Auronzo

La stagione estiva che sta volgendo al termine è stata segnata dalla pandemia legata Covid-19 ma nonostante questo, l’afflusso registrato nelle Dolomiti bellunesi, ha...

Green deal Cadore 2030: il nuovo patto per un domani di benessere

“Green deal Cadore 2030” è un progetto ambizioso intrapreso dalla Magnifica Comunità: un Nuovo Patto per il Cadore che ha l'aspirazione di coinvolgere tutti i...

Pantani e Contador, grandi scalatori di montagna

Le Alpi e le altre catene montuose sulle quali è possibile respirare aria pura e godere di un panorama mozzafiato sono lo scenario ideale...

Finanziato anche per l’anno scolastico 2020-21 “Investi scuola”. Padrin: «Uno strumento indispensabile per garantire a tutti il diritto all’istruzione»

Anche per l’anno scolastico 2020/21 è attivo il progetto “Investi scuola”. Grazie al finanziamento del Fondo Comuni di confine e al cofinanziamento di Provincia...
Share