13.9 C
Belluno
giovedì, Dicembre 3, 2020
Home Cronaca/Politica Centrali idroelettriche: Sergio Reolon chiede regole precise

Centrali idroelettriche: Sergio Reolon chiede regole precise

Sergio Reolon

Una moratoria in attesa di una regolamentazione per la realizzazione di nuove centrali idroelettriche nel territorio veneto: questo è il contenuto dell’emendamento alla legge finanziaria regionale presentato ieri da Sergio Reolon e Pietrangelo Pettenò e bocciato da Lega Nord e PdL. “Era la richiesta di una moratoria all’autorizzazione di nuove centrali – spiega il consigliere regionale del Pd Reolon – perché, come tutti sappiamo, il Piave è il fiume più sfruttato d’Europa. Il 90% delle sue acque viene attualmente utilizzato per la produzione di energia idroelettrica e in Regione sono già depositate decine di domande per nuove centrali che andrebbero a intaccare quel residuo 10% di naturalità che hanno ancora i nostri corsi d’acqua”. “Non si tratta di contrarietà assoluta alla realizzazione di centrali – specifica il consigliere regionale – è invece il tentativo di obbligare la Regione Veneto a emanare norme che definiscano se, quando, in quale maniera e condizioni, se ne possano insediare ulteriori, attraverso la sospensione delle richieste di autorizzazione fino all’approvazione di una normativa specifica. Piemonte, Friuli, le Province di Trento e Bolzano, l’intero arco alpino, hanno già regole precise. Tutti tranne il Veneto”. L’emendamento è stato invece bocciato dalla maggioranza: “Ne sono molto rammaricato – conclude Reolon – anche alla luce di quanto sta accadendo per le acque del Vajont.”

Share
- Advertisment -

Popolari

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...
Share