13.9 C
Belluno
venerdì, Luglio 30, 2021
Home Cronaca/Politica Centrali idroelettriche: Sergio Reolon chiede regole precise

Centrali idroelettriche: Sergio Reolon chiede regole precise

Sergio Reolon

Una moratoria in attesa di una regolamentazione per la realizzazione di nuove centrali idroelettriche nel territorio veneto: questo è il contenuto dell’emendamento alla legge finanziaria regionale presentato ieri da Sergio Reolon e Pietrangelo Pettenò e bocciato da Lega Nord e PdL. “Era la richiesta di una moratoria all’autorizzazione di nuove centrali – spiega il consigliere regionale del Pd Reolon – perché, come tutti sappiamo, il Piave è il fiume più sfruttato d’Europa. Il 90% delle sue acque viene attualmente utilizzato per la produzione di energia idroelettrica e in Regione sono già depositate decine di domande per nuove centrali che andrebbero a intaccare quel residuo 10% di naturalità che hanno ancora i nostri corsi d’acqua”. “Non si tratta di contrarietà assoluta alla realizzazione di centrali – specifica il consigliere regionale – è invece il tentativo di obbligare la Regione Veneto a emanare norme che definiscano se, quando, in quale maniera e condizioni, se ne possano insediare ulteriori, attraverso la sospensione delle richieste di autorizzazione fino all’approvazione di una normativa specifica. Piemonte, Friuli, le Province di Trento e Bolzano, l’intero arco alpino, hanno già regole precise. Tutti tranne il Veneto”. L’emendamento è stato invece bocciato dalla maggioranza: “Ne sono molto rammaricato – conclude Reolon – anche alla luce di quanto sta accadendo per le acque del Vajont.”

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente mortale sulla statale Carnica

Un uomo di 63 anni C.D.A. residente a Montebelluna ha perso la vita, ferita la moglie e le due figlie. L'impatto violento è avvenuto...

Giovedì in Alpago la presentazione del libro “Il volto artistico del potere” di Erminio Mazzucco

Il cortile dietro il bar-cooperativa di Tignes ospiterà giovedì 5 agosto, con inizio alle ore 20,30, la presentazione del libro “Il volto artistico del...

Variante Delta in Veneto prevalente al 97%

Legnaro (Padova) – La variante delta del virus SARS-CoV-2 in Veneto ha una prevalenza del 97,2%. È questo il dato che emerge dell’ultima indagine rapida...

Ponte nelle Alpi, Comune anti-Covid: il 100% dei dipendenti e consiglieri è vaccinato

Il Comune di Ponte nelle Alpi alza le barriere contro il Coronavirus. E lo fa in maniera concreta: non solo a parole o attraverso...
Share