13.9 C
Belluno
venerdì, Luglio 30, 2021
Home Lettere Opinioni Tremonti vada col treno in Cadore

Tremonti vada col treno in Cadore

Qualche giorno fa il Ministro Tremonti ha preso il treno per verificare lo stato delle infrastrutture ferroviarie che collegano Roma a Reggio Calabria. In questo modo il Ministro ha potuto constatare la difficile situazione della mobilità calabrese. Sono convinto che il viaggio di Tremonti non avesse fine propagandistico e la disponibilità a toccare con mano un problema va vista sempre positivamente. Chiaramente non è possibile che il Ministro percorra tutte le tratte ferroviarie della nostra penisola, ma poiché i Ministri Tremonti, nonché Bossi, Calderoni e altri passano volentieri dei giorni di vacanza sulle montagne bellunesi potrebbero raggiungerle direttamente in treno. Sarebbe per tutti loro una bella occasione per farsi un’idea della situazione disastrosa dei collegamenti ferroviari in Veneto. Se per il viaggio di ritorno il Ministro acquistasse personalmente i biglietti a Calalzo vedrebbe quali spiacevoli situazioni ogni pendolare ferroviario bellunese deve affrontare quotidianamente e che ogni potenziale turista deve sopportare. Dimenticavo: il ministro può viaggiare gratis perché parlamentare, quindi potrebbe comprarlo per il presidente Bottacin e l’assessore De Zolt che invito ad accompagnare il ministro in questa avventura. Forse tutti si vergognerebbero un po’, ma finalmente prenderebbero atto dello squallore dei treni bellunesi.

Angelo Levis – Capogruppo I.D.V. consiglio provinciale

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente mortale sulla statale Carnica

Un uomo di 63 anni C.D.A. residente a Montebelluna ha perso la vita, ferita la moglie e le due figlie. L'impatto violento è avvenuto...

Giovedì in Alpago la presentazione del libro “Il volto artistico del potere” di Erminio Mazzucco

Il cortile dietro il bar-cooperativa di Tignes ospiterà giovedì 5 agosto, con inizio alle ore 20,30, la presentazione del libro “Il volto artistico del...

Variante Delta in Veneto prevalente al 97%

Legnaro (Padova) – La variante delta del virus SARS-CoV-2 in Veneto ha una prevalenza del 97,2%. È questo il dato che emerge dell’ultima indagine rapida...

Ponte nelle Alpi, Comune anti-Covid: il 100% dei dipendenti e consiglieri è vaccinato

Il Comune di Ponte nelle Alpi alza le barriere contro il Coronavirus. E lo fa in maniera concreta: non solo a parole o attraverso...
Share