13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 4, 2020
Home Cronaca/Politica Farmaci dall'ospedale direttamente al domicilio del paziente. Ma sindacato e associazione farmacie...

Farmaci dall’ospedale direttamente al domicilio del paziente. Ma sindacato e associazione farmacie contestano il servizio fornito da Poste Italiane

Farmaci consegnati dagli ospedali al domicilio dei pazienti su tutto il territorio nazionale grazie a Poste Italiane, partner tecnologico e logistico di Farmindustria. L’importante servizio è destinato ai pazienti affetti da particolari patologie che devono recarsi presso le farmacie ospedaliere per ritirare i farmaci loro necessari e sarà realizzato sulla base dell’intesa firmata lo scorso 26 gennaio tra l’Ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi, e il Presidente di Farmindustria, Sergio Dompé, con le strutture ospedaliere che ne faranno richiesta.  Ma il Sunifar, sindacato unitario delle farmacie rurali, ha preannunciato lo stato di agitazione per protestare contro un’iniziativa definita “pericolosa per la salute dei cittadini”. Alla protesta si accoda il presidente di Federfarma Belluno, Roberto Grubissa, che vede nell’intesa Farmindustria Poste Italiane un passo “verso lo smantellamento del servizio farmaceutico. Da un lato viene chiesto ai farmacisti di tenere aperto di notte e nei giorni festivi. Poi, però i medicinali li consegna qualcun altro, in comodi orari d’ufficio e senza la professionalità richiesta in materia di di salute pubblica”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...
Share