13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 18, 2021
Home Cronaca/Politica Lavori di riqualificazione di Via Mezzaterra e zone adiacenti. Imminente l'inizio,...

Lavori di riqualificazione di Via Mezzaterra e zone adiacenti. Imminente l’inizio, cronoprogramma concordato tra Comune e Ascom

Questa mattina l’assessore all’arredo urbano, Michele Carbogno, ha incontrato alcuni rappresentanti di Ascom e il presidente della Consulta, Andrea Dal Pont, per concordare il cronoprogramma dei lavori di riqualificazione che riguarderanno alcune vie del centro storico e in particolare via Mezzaterra. Ricordiamo che il progetto esecutivo dei lavori, approvato dalla Giunta comunale lo scorso ottobre, riguarda la parte più caratteristica e storicamente importante della città: via Mezzaterra, via Rialto, via Cipro, via Duomo e Piazza del Mercato. L’intervento sarà mirato a valorizzare un contesto cittadino fatto di spazi pubblici urbani, rinnovando le pavimentazioni con cubetti di porfido, la realizzazione o il ripristino di nuovi marciapiedi, su entrambi i lati, con pietre locali quali la pietra di Castellavazzo e la pietra “Rosso Secca”, il rifacimento degli impianti della pubblica illuminazione e a fibra ottica, nonché il miglioramento dei sistemi di raccolta delle acque meteoriche, garantendo così opportuna dignità ad un contesto di centro storico cittadino di valore. L’intervento sarà infine ulteriormente completato anche con alcuni nuovi elementi di arredo. Nell’incontro di questa mattina è stato concordato di iniziare i lavori a metà marzo, cominciando da via Cipro e via Duomo, per arrivare così ad intervenire su via Mezzaterra ad inizio giugno, come richiesto dai commercianti della zona, e terminare verso metà settembre. Questa sera ci sarà una riunione della Consulta e a breve un un ulteriore incontro dell’Amministrazione con gli operatori interessati dai cantieri. L’assessore Carbogno sottolinea che “un intervento come questo, pur finalizzato ad una riqualificazione che gioverà a tutti, potrebbe infatti presentare in corso d’opera anche alcuni disagi, specie per le attività economiche: è stato dunque corretto incontrarci preventivamente per concordare gli step dei lavori e l’avanzamento del cantiere”.  Relativamente alla parte economica, va invece ricordato come il costo complessivo dei lavori, di circa 410.00 euro, è stato finanziato per l’80% dalla Regione del Veneto, “con la prospettiva” – evidenzia Carbogno – “che la copertura possa arrivare al 90% per i comuni che per primi riusciranno ad arrivare alla rendicontazione finale”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Vaccino anti covid. Settimana riservata alle seconde dosi

La Pfizer ha comunicato che, per il potenziamento della produzione di vaccini anti covid, lo stabilimento di Puurs in Belgio non riesce a consegnare...

Covid. Il direttore generale Ulss scrive alla Provincia. Padrin: «Intravvediamo la luce in fondo al tunnel. Ma vietato abbassare la guardia»

Belluno, 18 gennaio 2021 - Questa mattina il presidente della Provincia, Roberto Padrin, ha ricevuto una lettera dal direttore generale dell'Ulss 1 Dolomiti Adriano...

La Ponte Servizi nel mirino delle opposizioni: operazione verità sui conti, esposto Corte dei Conti

Ponte nelle Alpi, 18 gennaio 2020  -  La società in house Ponte Servizi è sempre stata oggetto di dibattito politico acceso nella comunità pontalpina...

Torna in libreria Anna Bellini con il romanzo “Corona per corona”

Anna Bellini, medico veronese, scrittrice, pittrice, attrice di teatro, conosciuta dal pubblico bellunese per aver presentato in città negli anni scorsi i suoi libri,...
Share