13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 18, 2020
Home Cronaca/Politica Eliminazione delle province. Il no di Bottacin: «Occorre invece perseguire un aumento...

Eliminazione delle province. Il no di Bottacin: «Occorre invece perseguire un aumento dell’autonomia e dell’autogoverno del territorio»

Gianpaolo Bottacin
«L’accelerazione dell’iter dei progetti di legge per l’eliminazione delle province presentato da Pd, Pdl e Idv proprio all’indomani del pronunciamento del Consiglio provinciale di Belluno sull’avvio dell’iter referendario per il passaggio della Provincia alla regione Trentino Alto Adige, suona come uno schiaffo nei confronti dei cittadini bellunesi». Lo afferma il presidente dell’Amministrazione provinciale di Belluno, Gianpaolo Bottacin, in riferimento all’inizio della discussione parlamentare per l’eliminazione dell’ente Provincia, previsto per la giornata di domani. «Per Belluno e i suoi cittadini questa accelerazione rappresenta una vera e propria presa in giro, tanto più se si considera che tali, trasversali, progetti di legge non prevedono invece l’eliminazione delle Province autonome di Trento e di Bolzano – dice ancora Bottacin – E’ sconvolgente come a Belluno tutte le forze politiche abbiano votato a favore dell’indizione del referendum, sottolineando in modo forte l’importanza di dare alla Provincia maggior autonomia e maggiori competenze, mentre pochi giorni dopo a Roma tutte le forze politiche, ad esclusione della Lega, agiscano in modo opposto».
«La Lega si opporrà, a tutti i livelli, a questi progetti di legge – prosegue il presidente della Provincia di Belluno – Aboliamo le Province che non servono ma potenziamo quelle che servono. Se si vogliono attuare una riorganizzazione e una razionalizzazione delle Province va bene, ma non si può pensare di eliminare un ente che rappresenta l’identità’ territoriale e che, in realtà complesse come la nostra, ha un’ inderogabile funzione di governo del territorio che va dalla difesa del suolo alla viabilità e all’urbanistica».
«Occorre invece perseguire un aumento dell’autonomia e dell’autogoverno del territorio, aggiungendo competenze e risorse all’ente Provincia – prosegue Bottacin – Noi bellunesi sappiamo bene come ciò sia necessario e urgente. Ed è proprio per questo che sono certo che tutti gli esponenti politici che si sono espressi a favore dell’autonomia della nostra Provincia si faranno carico di bloccare l’iter di questi progetti di legge, agendo in maniera forte e determinata presso tutti i loro vertici nazionali di partito. E’ a Roma che si gioca questa partita, a partire da domani».

Share
- Advertisment -




Popolari

Contributi regionali per 6 milioni e mezzo per la valorizzazione delle destinazioni turistiche i

Venezia, 18 settembre 2020   “Le conseguenze del lungo periodo di lockdown ci hanno imposto la necessità di un rilancio complessivo e immediato dell’economia veneta...

Le mostre di Oltre le vette: 4 esposizioni, a Belluno dal 2 all’11 ottobre

Le mostre sui temi della montagna sono da sempre uno dei punti di forza della rassegna bellunese, occasione per il pubblico di ammirare opere...

Ulss Dolomiti. Avviso del Centro per l’affido per un minore del Centro Cadore

Il Centro per l'Affido e la Solidarietà Familiare dell'ULSS 1 Dolomiti – Distretto di Belluno cerca per un minore che frequenta la scuola primaria...

Sorveglianza al lago Sorapis. Il bilancio dei carabinieri forestali delle Stazioni di Cortina e Auronzo

La stagione estiva che sta volgendo al termine è stata segnata dalla pandemia legata Covid-19 ma nonostante questo, l’afflusso registrato nelle Dolomiti bellunesi, ha...
Share