13.9 C
Belluno
lunedì, Novembre 30, 2020
Home Cronaca/Politica Alluvione Veneto: Oltre due miliardi per la messa in sicurezza del territorio....

Alluvione Veneto: Oltre due miliardi per la messa in sicurezza del territorio. Venerdì gli incontri con gli enti locali

Luca Zaia

“Serviranno più di due miliardi per realizzare opere idrauliche che eliminino o riducano il rischio che si ripetano catastrofi come quella dell’ottobre – novembre scorsi”. Lo ha annunciato oggi il presidente del Veneto Luca Zaia, commissario per l’alluvione, annunciando che è stata predisposta una prima bozza di programma interventi sull’intero fronte della salvaguardia idraulica del territorio veneto, attualmente in fase di approfondimento ai massimi livelli tecnici nazionali, che venerdì 14 sarà presentata a tutti gli enti locali interessati in incontri provinciali. Le riunioni in questione, già convocate dal Commissario Vicario, si terranno alle 9 a Villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore per la provincia di Vicenza; alle 11,30 nella sede centrale della Provincia di Verona per il territorio scaligero; alle 16 all’auditorium di Treviso per le province di Belluno, Treviso e Venezia. Non è escluso che quest’ultimo incontro possa essere limitato solo agli ultimi due territori provinciali, con l’organizzazione di un confronto specifico per il bellunese.
“Sono state previste opere ritenute assolutamente necessarie e da finanziare – ha anticipato Zaia – che comprendono tra l’altro rifacimenti di argini, pulizie di alvei, casse di espansione. Come tutte le opere, possono rappresentare ferite per il territorio, ma noi abbiamo l’obbligo di garantire il bene collettivo, che passa anche attraverso l’attuazione di interventi di questo genere. Quanto al finanziamento, lo chiederemo al Governo: il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ci hanno promesso risorse. Per gli alluvionati ne abbiamo avute; qui si tratterà di operare sul fronte degli investimenti e dunque del CIPE. Dopo la presentazione, attendiamo dai Comuni le loro osservazioni nel giro di 15 – 20 giorni”.
Zaia ha infine annunciato che sono in fase di avvio i controlli in tutti i Comuni, che riguarderanno imprese e famiglie. “Chiedo a tutti la massima disponibilità – ha affermato – perché è necessario farli per rispetto degli stessi alluvionati”.

Conto Corrente Solidarietà: Unicredit SpA – intestazione “Regione Veneto – Emergenza Alluvione Novembre 2010” – CODICE IBAN: IT62D0200802017000101116078; codice BIC SWIFT UNCRITM1VF2.
Per le imprese i contributi versati su questo conto sono totalmente deducibili. Per le persone fisiche, il contributo versato è detraibile per il 19% entro un limite massimo di 2.065,83 euro.

Share
- Advertisment -

Popolari

Controlli anticovid. In troppi all’MP Marchet di Belluno. Chiusura per 5 giorni. Nessuna irregolarità sui sentieri delle Tre Cime

E' stato sanzionato con la chiusura provvisoria di 5 giorni l'esercizio commerciale M.P. Marchet di via Tiziano Vecellio, 71/1 gestito da cittadini cinesi. Al...

Ruzzola per 200 metri e perde la vita

Pieve di Cadore (BL), 29 - 11 - 20   Alle 15.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione di...

Screening ad Auronzo: adesione al 33%, positività inferiori all’1%. Probabile avvio verso la fase conclusiva della fiammata epidemica

Si è svolto questa mattina, in località Taiarezze, ad Auronzo, lo screening per la ricerca del Sars-Cov-2 tra le classi di età più colpite...

E’ morto Natale Trevissoi, fondatore della Holzer

È morto venerdì a Firenze, dove abitava con la figlia Natale Trevissoi, fondatore dello stabilimento Holzer di Belluno. Aveva compiuto 95 anni.  funerali si...
Share