13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 25, 2020
Home Meteo, natura, ambiente, animali Ambiente. Comitato Prà Gras: tutelarsi attraverso analisi indipendenti di laboratori stranieri

Ambiente. Comitato Prà Gras: tutelarsi attraverso analisi indipendenti di laboratori stranieri

Per un 2011 all’insegna dell’informare, della salubrità, della trasparenza e del rispetto di ambiente, salute, paesaggio e territorio. Sono questi gli auspici che hanno spinto un gruppo di cittadini  appartenenti a una serie di comitati e associazioni trentini, bellunesi, vicentini e trevigiani a sedersi attorno a un tavolo per  pensare in sinergia ad un agire comune. «Un’ esigenza – scrive in una nota il Comitato Prà Gras – che nasce da un sentire comune tesa a tutelare salute, diritti, qualità della vita e un territorio sempre più minacciato da progetti devastanti che arricchiscono pochi a scapito di molti. Fondamentale condividere conoscenze, pratiche, informazioni, contatti: mettersi in rete coordinando iniziative, incontri pubblici, analisi ambientali. Il tutto per cercare di creare consapevolezza nei cittadini attraverso una serie di serate e incontri in cui tecnici, esperti, medici (per esempio i medici per l’ambiente) ci aiuteranno a interpretare dati, faranno luce su situazioni e sveleranno i reali pericoli che comportano talune sostanze (pesticidi, diossine, policiclici aromatici etc.) o cicli produttivi. Dall’incontro svoltosi nei giorni scorsi – prosegue la nota del Comitato –  è emersa in maniera molto netta e condivisa la “non cieca fiducia” verso politici ed amministratori. Diventa perciò indispensabile che siano i cittadini stessi ad auto organizzarsi e auto tutelarsi producendo dossier, ricerche, e analisi indipendenti. Grazie al straordinario lavoro svolto dagli amici di Borgo Valsugana siamo in possesso di una serie di contatti, anche con laboratori stranieri, per poter monitorare situazioni e approfondire questioni. Il tutto verrà poi diffuso in svariati modi (telematici o cartacei) all’insegna della trasparenza e della chiarezza. Oltre a una azione di denuncia e di trasparenza prenderanno avvio anche una serie di altre iniziative molto concrete e pratiche tese a favorire un’agricoltura sana, basata sul biologico e sulla salvaguardia della biodiversità, sulla filiera corta anche attraverso un contatto sempre più stretto tra Gruppi di Acquisto Solidale e produttori. Tra le iniziative che riguardano il bellunese – conclude il Comitato Prà Gras – stiamo pensando a una serie di analisi ambientali anche a Fonzaso per poter sia conoscere la situazione attuale che poter poi monitorare nel tempo l’area “pesando” con esattezza l’impatto di possibili insediamenti  agricoli o industriali. Ancora una volta, dinnanzi all’inerzia e alla lentezza degli amministratori, i cittadini si auto organizzano, si tutelano e promuovono iniziative che guardano al futuro».

Share
- Advertisment -



Popolari

Elettrodotto. Vendramini: “Se il progetto iniziale verrà disatteso, siamo pronti a rivolgerci alla Procura”

Un report emerso dalla Provincia rimette in discussione il piano di "Razionalizzazione e sviluppo della RTN nella media valle del Piave".  E le amministrazioni...

Nevegal. Massaro: “Gli impianti potranno essere trasferiti al Comune solo se si troverà un gestore”

La società aggiudicataria, Paragon Business Advisors di Zola Predosa, ha presentato lo studio sul Nevegal che gli era stato commissionato dal Comune di Belluno,...

Identificato l’autore del danneggiamento della targa intitolata a Loris Tormen in via Sottocastello

E' un 19enne di Belluno, incensurato, il giovane che nella serata di sabato in via Sottocastello in centro città (nella foto), sotto l'effetto dell'alcol,...

Longarone Fiere riparte all’insegna della sicurezza. Successo per i due eventi di settembre, Reptiles Day e Fiera&Festival delle Foreste 

Un’attesa ripartenza per Longarone Fiere che si caratterizza per essere positiva, sia per gli ottimi risultati numerici che per l’efficienza delle misure di sicurezza...
Share