13.9 C
Belluno
giovedì, Dicembre 3, 2020
Home Riflettore Distretto di Auronzo: confermato il pediatra. L'ambulatorio verrà riaperto il I giugno

Distretto di Auronzo: confermato il pediatra. L’ambulatorio verrà riaperto il I giugno

Una bella notizia per gli 800 bambini del distretto n.1, sub-distretto 2, che include i comuni di Auronzo di Cadore, Lozzo, Vigo e Lorenzago che erano rimasti senza pediatra di base dal 1 febbraio 2010.

Tatiana Pais Becher

A comunicarlo è l’assessore di del Comune di Auronzo Tatiana Pais Becher: “Dopo varie vicissitudini che avevano indotto l’allora direttore generale dottot Ermanno Angonese a sospendere l’assegnazione del posto vacante del distretto di Auronzo, per il quale avevano regolarmente partecipato due dottoresse attualmente in servizio presso gli ospedali di Belluno e di Pieve, ora la situazione è stata finalmente sbloccata! La settimana scorsa l’ULSS 1 ha infatti ufficializzato l’assegnazione dell’incarico del posto vacante del distretto di Auronzo affidandolo alla dottoressa Benedetta Mongillo, che attualmente presta servizio presso l’ospedale di Pieve di Cadore. L’ambulatorio del Pediatra di Base verrà quindi riaperto in data 1 giugno 2011, dopo mesi di grandi disagi per moltissime famiglie che vivono e lavorano nella parte alta della Provincia. Naturalmente – conclude l’assessore Tatiana Pais Becher – auspichiamo che l’ULSS 1 si attivi subito per trovare un medico pediatra che possa sostituire la dottoressa Mongillo all’interno del reparto di Pediatria di Pieve di Cadore, in modo che questo possa continuare a funzionare regolarmente, garantendo così entrambi i servizi alle famiglie che vivono in montagna e quindi gli stessi diritti di coloro che vivono in città o in pianura”!

Share
- Advertisment -

Popolari

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...

Nuovo decreto covid. Bussone (Uncem) e Zaia: “Consentire lo spostamento tra Comuni montani della stessa valle”

"Uncem, con i sindaci di Comuni montani, perlopiù piccoli o piccolissimi nel numero di popolazione, chiede al Governo di consentire gli spostamenti tra i...
Share