13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Prorogata al 6 gennaio la mostra di Cima a Mel

Prorogata al 6 gennaio la mostra di Cima a Mel

La notizia della bontà della Mostra “Luigi Cima e l’Ottocento veneziano – Pittura di terra e di cielo”, allestita presso i saloni del cinquecentesco Palazzo delle Contesse di Mel ( Belluno) ha varcato i confini non solo della Provincia di Belluno, ma anche della regione, tant’è che sono giunte varie prenotazioni  per visite, in particolar modo organizzate, da varie località d’Italia.
Veicolo e testimonial della mostra sono stati i collezionisti, i critici e gli amanti dell’arte che l’hanno visitata ed espresso pareri più che positivi.
A fronte di tale richiesta, gli organizzatori della Pro Loco Zumellese, d’intesa con l’Amministrazione Comunale di Mel, hanno deciso di prorogare la mostra sino al 6 gennaio 2011 per permettere a quanti hanno già richiesto l’accesso e a quanti verranno in Provincia di Belluno per le prossime festività natalizie, di visitare l’interessante mostra.
Il coordinatore dell’evento Renzo Limana fatica a trattenere la soddisfazione per il successo della mostra quando afferma che: ”L’intelligente scelta artistica effettuata dai critici d’arte Antonella Alban e Giovani Granzotto si è dimostrata vincente in quanto abbiamo avuto un crescente consenso da parte dei visitatori e da varie personalità del mondo della cultura, del collezionismo e anche dell’imprenditoria. Con grande piacere assistiamo anche alla visita dei nuclei famigliari, segno che è una mostra molto bella, leggibile e capace di essere “letta” anche da un pubblico vasto.
Un notevole ringraziamento c’è giunto dal mondo della scuola che ha apprezzato particolarmente le visite guidate e i laboratori allestiti appositamente per le scolaresche.
Questo sforzo, anche economico oltreché organizzativo, ci gratifica e conferma la bontà della scelta. Le giovani generazioni sanno, se stimolate e guidate, apprezzare il mondo dell’arte nelle sue varie forme espressive.”
Interessante notare che il pregevole catalogo a colori (grafiche antiga), riporta oltre agli interventi critici che consentono una puntuale lettura della mostra, le bellissime riproduzioni dei quadri in esposizione, è stato richiesto da varie librerie d’Italia.
L’Organizzazione della mostra segnala che sono già oltre una trentina le richieste per la visita alla mostra, ed invita gli interessati a prenotare  per tempo l’ingresso organizzato con la  guida contattando la Segreteria  al numero telefonico cell. 333 9102177 – 0437 544294
La mostra è visitabile nei giorni di giovedì, venerdì e sabato dalle ore 15 alle ore 19 e nei giorni festivi dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 15 alle ore 19.

Share
- Advertisment -


Popolari

Nuovo DPCM: a Longarone Fiere si sta pensando al Forum della Gelateria in digitale

Longarone Fiere informa a malincuore che, a causa del recente Dpcm del 18 ottobre 2020 che sospende tutte le attività congressuali e convegnistiche, anche...

Capacitandosi. Lucia Da Rold: il Comune di Ponte nelle Alpi capofila di un progetto sui giovani, con una serie di laboratori diretti da artisti

Il Comune di Ponte nelle Alpi è capofila del progetto "Capacitandosi" per il biennio 2020-2021. Progetto che si inserisce nella programmazione dei Piani di...

Emergenza sanitaria: annullata la Fiera di San Matteo del 1 novembre a Feltre

Niente Fiera di San Matteo per il 2020, almeno per quanto riguarda la mostra-mercato di prodotti agricoli. L'evoluzione dell'emergenza sanitaria e le nuove norme emesse,...

Elisoccorso. Azienda Zero vince il ricorso al Tar, Elifriulia condannata al pagamento delle spese processuali

Con sentenza n.102 pubblicata il 13 ottobre 2020 il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha respinto per inammissibilità e per infondatezza il ricorso promosso...
Share