13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 29, 2020
Home Lettere Opinioni La replica di Levis ai sindaci di Longarone e Castellavazzo sull'ipotesi della...

La replica di Levis ai sindaci di Longarone e Castellavazzo sull’ipotesi della centralina del Vajont

Angelo Levis
Angelo Levis

In merito alle risposte date dai sindaci Padrin e Roccon sulla questione referendum per la costruzione di una centralina sul Vajont alcune considerazioni debbono essere poste. Il sindaco Padrin opportunamente non scarta a priori tale ipotesi e pone sulla bilancia il fatto che la comunità si potrebbe spaccare a metà. Ipotesi più che realistica ma è proprio questa incertezza sulle reali intenzioni della gente della valle che deve indicare la strada maestra del referendum. Sulle considerazioni del sindaco Roccon ancora una volta dovrei stendere un velo pietoso ma vista l’importanza della questione mi sento in dovere di porgli alcune riflessioni. Caro sindaco, è vero che i consigli comunali sono legittimati a proseguire l’iter ma certo tale consigli non erano stati eletti con un programma che prevedeva la costruzione della centralina del Vajont. Mi lasci poi ricordare che lei in qualità di Presidente di Bim dovrebbe fare un passo indietro in questa vicenda, considerato il possibile conflitto di interessi che ne sorgerebbe. Il denaro pubblico speso per investire i cittadini di una decisione non sono mai sperperati, nè bisogna avere paura di sapere cosa pensa la gente.

Angelo Levis – Capogruppo I.D.V. consiglio provinciale

Share
- Advertisment -

Popolari

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. De Carlo: “Strategia contro il territorio che annulla ogni forma di rappresentanza”

“La proposta di centralizzazione delle concessioni idroelettriche avanzata dal Partito Democratico fa parte di una strategia contro il territorio che punta ad annullare ogni...

Idroelettrico. Bond (FI): «Il tentativo di romanizzare le grandi concessioni è scandaloso. Mi opporrò senza se e senza ma»

«Chi vuole riproporre la centralizzazione della gestione idroelettrica fa il male della montagna. Il tentativo di espropriare i territori delle loro ricchezze, in questo...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. Bona: “Il governo punisce la montagna”

«Si è capito che questo governo ce l'ha con le regioni e con i territori periferici. Dopo il silenzio sull'autonomia, dopo i tentativi di...

Arrestato uno straniero di Sedico. Doveva scontare la pena di 2 anni e 10 mesi per rapina e lesioni

Nella serata di ieri, venerdì 27 novembre, i carabinieri di Pieve di Cadore con il Nucleo investigativo di Belluno, hanno arrestato Burlac Michail 19enne...
Share