13.9 C
Belluno
giovedì, Dicembre 3, 2020
Home Cronaca/Politica Calatafimi, l'autore della sparatoria a Mel, si costituisce ai carabinieri...

Calatafimi, l’autore della sparatoria a Mel, si costituisce ai carabinieri di Mel

Angelo Calatafimi
Angelo Calatafimi

Ormai le Forze dell’Ordine avevano fatto terra bruciata ed infatti ieri sera si è avuto l’epilogo della vicenda che ha tenuto in apprensione tutta la provincia.  Calatafimi Angelo, originario di Reggio Calabria (nella foto tratta da Facebook), autore della sparatoria con ferito avvenuta il 15 novembre scorso a Mel, si è costituito presso la Stazione Carabinieri di Trichiana. Il risultato è stato ottenuto grazie alla pressione attuata, in piena sintonia dalle Forze di Polizia che hanno continuamente, fin dalla data del fatto, coordinato gli interventi per la ricerca e la cattura. Sinergia e collaborazione sfociate nella firma congiunta del provvedimento restrittivo; infatti il personale della Squadra Mobile, unitamente a personale dell’Arma (Stazione Trichiana e Compagnia di Feltre), ha dato esecuzione all’ordinanza di fermo di indiziato di delitto, disposto dal P.M. del Tribunale di Belluno dr. Simone Marcon, per violazione della normativa sulle armi da sparo e  lesioni personali gravi.

Carcere di Baldenich
Carcere di Baldenich

A  conclusione degli atti, Calatafimi Angelo è stato associato alla Casa Circondariale di Baldenich.

Share
- Advertisment -

Popolari

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...
Share