13.9 C
Belluno
lunedì, Settembre 28, 2020
Home Cronaca/Politica Tremendo bilancio dei danni in agricoltura dal maltempo in Veneto. Manzato: impegno...

Tremendo bilancio dei danni in agricoltura dal maltempo in Veneto. Manzato: impegno comune per ripartire subito

Franco Manzato assessore regionale
Franco Manzato assessore regionale

“Il maltempo ha colpito duramente l’agricoltura veneta, ma non ci ha piegati: ripartiremo. La Regione è a fianco del mondo agricolo in un impegno comune per aiutare le imprese danneggiate a rimettersi in condizioni di competitività sul mercato”. Franco Manzato, assessore all’agricoltura del Veneto, snocciola cifre da catastrofe: migliaia di ettari allagati, scorte distrutte, strutture agricole danneggiate, parte del raccolto di tabacco – già essiccato – compromesso, orticoltura di stagione inutilizzabile, oltre 200 mila capi zootecnici perduti, per la quasi totalità avicoli, ma anche alcune migliaia di conigli e qualche centinaio tra bovini e maiali. E il bilancio è ancora provvisorio, perché le segnalazioni di perdite continuano ad affluire, mentre l’acqua si sta ritirando dai campi e dalle aziende allagate. Ma in molte zone permane l’allarme.
“Ci stiamo muovendo in maniera molto forte per attivare tutti gli strumenti finanziari disponibili – ha aggiunto Manzato – sulla base della dichiarazione dello stato di crisi e di ogni piega normativa utile. Per la zootecnia, parlando con il collega Ciambetti, dovremmo riuscire a postare circa 3 – 400 mila euro per la perdita di animali. Stiamo dialogando con le categorie agricole per poter raddoppiare con una decina di milioni la misura 126 del Programma di Sviluppo Rurale “Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e introduzione di adeguate misure di prevenzione”. Stiamo pure valutando la possibilità di mettere a disposizione meccanismi di ingegneria finanziaria già individuati per destinare ulteriori risorse anche agli investimenti per la ripresa”. Gli uffici regionali stanno nel frattempo procedendo alle delimitazioni delle aree danneggiate dove attivare, nel rispetto del Piano Assicurativo annuale, gli interventi del Fondo di Solidarietà Nazionale in agricoltura per la riparazione e ricostruzione di strutture aziendali; la sistemazione per la coltivabilità dei terreni; il ripristino delle piantagioni arboree o arbustive e degli impianti di sostegno e di irrigazione, la ricostruzione delle scorte danneggiate o distrutte.

Share
- Advertisment -



Popolari

Focolai di contagio covid a San Pietro di Cadore e Santo Stefano di Cadore. La Prefettura dispone l’intensificazione dei controlli di polizia

Si è tenuta oggi pomeriggio, in Prefettura, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, con...

Indennità di rischio radiologico, la Cisl diffida l’Ulss 1 Dolomiti

La decisione della Ulss 1 Dolomiti, avvallata dal Nucleo aziendale di valutazione del rischio radiologico (Navrr) è definitiva: ai lavoratori di categoria B, infermieri...

Oltre le Vette 2020. Venerdì la prima serata della rassegna dedicata all’alpinismo e all’avventura

Si terranno al Teatro Comunale di Belluno le serate dedicate all’alpinismo e all’avventura della 24a edizione di Oltre le vette – Metafore, uomini, luoghi...

Olimpiadi 2026, tensione Cio-Governo. Berton: “Non si commettano passi falsi. Serve la massima collaborazione per evitare la perdita di finanziamenti”

Belluno 28 settembre 2020 - "Le parole pronunciate da Thomas Bach devono essere prese in serissima considerazione dal Governo. Sulle Olimpiadi Milano-Cortina del 2026...
Share