13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Cronaca/Politica Matteo Toscani costretto ad ammettere lo scippo dei 4 milioni per le...

Matteo Toscani costretto ad ammettere lo scippo dei 4 milioni per le aree di confine. E lancia una velata minaccia all’Unione artigiani sulla legge “made in”

“E’ vero che i quattro milioni di euro destinati al rifinanziamento della legge 18 per le aree di confine sono stati utilizzati per il nuovo fondo di garanzia a favore delle imprese venete voluto dal governatore Luca Zaia”. E’ l’ammissione di Matteo Toscani, consigliere regionale della Lega, all’accusa lanciata da Luigi Curto, presidente dell’Unione artigiani e piccola industria di Belluno. E tanto sarebbe sufficiente a chiudere il caso, ed a far inghiottire ai vari leghisti i proclami di federalismo, montagna, Dolomiti e tutto il resto. A Toscani non rimane che assicurare che stanno lavorando per noi. E dice “E’ altrettanto vero che già da alcune settimane sto lavorando con gli assessori Roberto Ciambetti e Isi Coppola e con Veneto Sviluppo non solo per trovare i 3,6 milioni di euro necessari a soddisfare le domande giacenti, ma anche per individuare le risorse che servono per un rilancio del fondo per gli anni a venire”. “Purtroppo – si giustifica Toscani – è un momento difficile per le casse regionali e il governatore è stato costretto a raschiare il fondo del barile per mettere insieme un fondo di garanzia che agevoli l’accesso al credito delle aziende venete. Capisco l’amarezza e la preoccupazione dell’Unione Artigiani nel vedere cancellati i quattro milioni di euro della legge per le aree di confine. Ma non è con i comunicati stampa che si risolvono i problemi”. “Mi auguro – conclude il vicepresidente del consiglio alzando i toni con una velata minaccia  – che in futuro gli artigiani decidano di collaborare anziché limitarsi a criticare. Anche perché, è bene ricordarlo, l’intera maggioranza a Palazzo Ferro-Fini ha appena condiviso la mia mozione sul “made in”, predisposta proprio per andare in contro alle esigenze delle piccole imprese dell’occhialeria”. Come dire: o collaborate, che tradotto dal politichese significa continuare ad assicurare la fiducia alla Lega, oppure sulla la legge del “made in” a difesa della piccola industria bellunese, vi arrangiate.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cultura e reunion dei Pooh, la giornata bellunese a Casa Sanremo

Red Canzian, Dodi Battaglia, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Di nuovo insieme per la prima serata di Festival, con un aneddoto tutto longaronese. Perché...

Il lupo della Sportful Dolomiti Race domani ulula a Casa Sanremo 

Domani la Sportful Dolomiti Race sbarca a "Casa Sanremo", l'area ospitalità della famosa manifestazione canora. Il ciclismo in provincia dii Belluno sarà l'argomento della trasmissione "Buongiorno Sanremo" di domani, mercoledì...

Successo per l’occhialeria veneta allo stand della Regione Veneto al Mido. Presenti 5 aziende bellunesi

A Mido la Regione del Veneto mette a disposizione di 5 aziende venete del settore dell'occhialeria uno spazio nel proprio stand regionale. La Regione del...

Interreg Italia-Austria. Conoscere la storia e i beni culturali nell’area Dolomiti live.

Il programma di febbraio nei musei cadorini è ricco e variegato: laboratori, dimostrazioni, concerti, escursioni consentiranno a bambini e adulti di imparare e approfondire...
Share