13.9 C
Belluno
sabato, Giugno 19, 2021
Home Cronaca/Politica Scelto il logo del bene Dolomiti. Presentato oggi a Palazzo Piloni il...

Scelto il logo del bene Dolomiti. Presentato oggi a Palazzo Piloni il marchio che verrà utilizzato dalla Fondazione Unesco

È stato presentato oggi (sabato 5 novembre), presso la sede di Palazzo Piloni a Belluno, il logo che rappresenta il bene Dolomiti e che verrà utilizzato e custodito dalla Fondazione Dolomiti – Dolomiten – Dolomites – Dolomitis. Il vincitore del bando indetto dalla Provincia di Trento ha avuto la meglio su oltre quattrocento proposte che erano giunte e che sono state vagliate da una apposita giuria di esperti. Ora il marchio andrà a simboleggiare il Bene, in tutte le sue declinazioni, in tutti gli ambiti in cui la Fondazione si troverà ad operare. «Non è stato facile scegliere fra le tante proposte pervenute – ha spiegato il presidente della giuria di tecnici, Cesare Micheletti – . Abbiamo cercato la soluzione che, più di tutte le altre, riuscisse a sintetizzare gli aspetti che volevamo emergessero: le culture che il sito Unesco comprende, le stesse montagne Dolomiti, il paesaggio che si apre a chi le guarda. Un obiettivo quasi irraggiungibile, ma abbiamo comunque cercato le migliori caratteristiche espressive, impegnandoci in un lavoro approfondito».
«Siamo soddisfatti del risultato raggiunto – hanno commentato i membri del Consiglio di Amministrazione della Fondazione – . Siamo rimasti colpiti dall’ottimo lavoro svolto e il nostro grazie va a tutti i tecnici che hanno collaborato al progetto. Ora proseguiamo con i lavori: già nella giornata di oggi abbiamo approvato il regolamento di utilizzo del marchio».
Descrizione del logo vincitore:
Nella proposta prima classificata, a cura di Arnaldo Tranti Design (Saint Cristophe AO), il segno riconduce visivamente alla geomorfologia delle Dolomiti, evitando la riconoscibilità di cime specifiche per dare rappresentatività all’insieme dei nove sistemi. Il disegno descrive il “tessuto” geologico delle Dolomiti. Un ordito, costituito da segni verticali netti (l’imponente spinta verticale delle pareti) spezzata da un trama più leggera e disordinata di segni brevi orizzontali (le cenge, le balze, i terrazzamenti). La valle viene invece rappresentata da un segno arcuato e dolce che descrive e ne rivela lo sfondo. Le Dolomiti sono rappresentate in quattro cime. Queste “figure” simboleggiano le quattro diversità culturali presenti sul territorio: italiani, tedeschi, ladini, friulani. Le figure emergono dal bianco e prendono forma e disegno all’interno di un rettangolo orizzontale, un “territorio“ racchiuso in un perimetro per tutelare meglio un ambiente unico e mitico.

Share
- Advertisment -

Popolari

Temporali, vento e grandine da domenica pomeriggio

Venezia, 19 giugno 2021 - Il bollettino emesso dal Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto annuncia, per le prossime ore, tempo instabile in...

Tolti 4,6 miliardi per infrastrutture alle zone deboli. De Menech: «Tentativo di sottrarre risorse alla montagna. Non passerà in Parlamento»

«C'è un tentativo di sottrarre risorse alla montagna, alle aree interne e al sud. Grave il colpo di mano che ha tolto dal decreto...

Pubblicato dalla Regione l’elenco dei maestri artigiani: per Confartigianato Belluno c’è Antonio Da Ronch, restauratore

Antonio Da Ronch, titolare della Adr Restauri di Feltre, è il primo associato di Confartigianato Belluno a essere insignito della qualifica di maestro artigiano...

Malore mortale sotto il Rifugio 7mo Alpini

Belluno, 18 - 06 - 21 - Attorno alle 13.20 il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato a seguito della chiamata della gestrice...
Share