13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeCronaca/PoliticaSprofonda il livello politico della Lega Nord Belluno: ora siamo alle minacce...

Sprofonda il livello politico della Lega Nord Belluno: ora siamo alle minacce criptate che Bottacin lancia a Colle a mezzo stampa

Leonardo Colle
Leonardo Colle
Gianpaolo Bottacin
Gianpaolo Bottacin

Dopo la questione De Gan, l’assessore provinciale della Lega sospeso dal partito per irregolarità nel versamento delle quote, e il caso Templari, l’altro assessore leghista al quale sono stete ritirate le deleghe (a causa del coinvolgimento del figlio maggiorenne nelle piante di cannabis ritrovate nei boschi di Livinallongo), prosegue il tour nei gironi del fango della politica di basso profilo. Oggi ci occupiamo delle minacce criptate lanciate dal presidente della provincia Gianpaolo Bottacin al vicesindaco del Comune di Belluno Leonardo Colle.  Le bacchettate di Bottacin sulle assenze dei politici, infatti, non sono piaciute a Colle (entrambi della Lega Nord) che sulla stampa di oggi ha invitato Bottacin a “pensare ai suoi problemi”. Spiegando poi che le sue assenze alle riunioni del martedì mattina a Palazzo Rosso sono giustificate da motivi professionali, in quanto avvocato chiamato alle udienze in Tribunale. Colle, inoltre, sottolinea che la presenza sulla stampa del collega di partito Bottacin è oramai per lo più legata a polemiche e non a fatti concreti realizzati dalla sua giunta. Affermazioni che non lasciano indifferente Bottacin che oggi interviene dicendo « Come ho già più volte avuto modo di spiegare, io non ho problemi di sorta, né politici né amministrativi. In quanto ai comportamenti lesivi nei confronti dell’immagine del partito di cui io faccio parte ininterrottamente da anni, è meglio che non dichiari nulla e l’assessore Colle sa bene per quali ragioni e anche a che cosa mi riferisco».

- Advertisment -

Popolari