13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 8, 2021
Home Riflettore Sanità veneta. Il capogruppo Pdl Bond tranquillizza sulle dichiarazioni dell'assessore regionale Coletto

Sanità veneta. Il capogruppo Pdl Bond tranquillizza sulle dichiarazioni dell’assessore regionale Coletto

Dario Bond
Dario Bond

“L’assessore regionale Coletto non può aver negato la specificità!- afferma Dario Bond, capogruppo Pdl in consiglio regionele –  Durante l’audizione in Commissione Sanità su dati di riparto e metodologia da applicare si è stabilito, assieme al segretario generale Mantoan, che le specificità – montagna, laguna e Polesine – potranno contare sulla stessa attenzione avuta in passato. Questo concetto è stato ribadito anche durante il Consiglio straordinario sulla Sanità. E’ evidente che se dovessimo applicare i costi standard delle tre Usl più virtuose avremo una media ottimale dei costi dei vari settori che costituiscono la spesa sanitaria. Ma è altrettanto evidente che quelle aree già individuate per la particolarità territoriale, in cui i disagi sono strutturali, dovranno poter continuare a far conto sull’attribuzione di una quota maggiorata del 25% della spesa media regionale. Sono certo che l’assessore Coletto non può aver semplicemente detto che ‘una Asl non può sostenere che costa di più perché ha l’eliambulanza o è in laguna’ perché sarebbe un ragionamento illogico. Sono convinto che ci sia stata una interpretazione che è andata oltre e quindi invito l’assessore alla Sanità della Regione del Veneto a chiarire e rafforzare pubblicamente quanto abbiamo detto e spiegato anche in Aula consiliare.
Comunque sia, garante di tutto è il Presidente Zaia che, tra l’altro, abita a una ventina di chilometri dalla nostra montagna e sa quali sono i disagi, i problemi e le condizioni di questa parte del Veneto.

Luca Coletto
Luca Coletto

Coletto, infatti, ha precisato: “Non mi sogno nemmeno di mettere in discussione l’esistenza delle specificità di montagna e laguna, che anche nel prossimo riparto del fondo sanitario sono conteggiate. Lo prevedono anche le norme vigenti”. “Non solo – aggiunge Coletto – ma anche nella definizione e applicazione dei costi standard le specificità territoriali saranno tenute nella debita considerazione”. Ma poi aggiunge: “Ciò non vuol dire – conclude Coletto – che possano esserci alibi per nessuno: se e dove emergeranno inefficienze nella spesa interverremo, a prescindere dal dove”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Efficientamento energetico, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Belluno, Zoppè e Limana assegnatari di 384.640 euro

Belluno, Zoppè di Cadore e Limana sono i tre comuni del Bellunese tra i primi assegnatari dei fondi del Bando per l'efficientamento energetico. Secondo...

Fondo per i comprensori sciistici. De Carlo: “Soddisfatti, ma il provvedimento è troppo sbilanciato verso il Trentino Alto Adige”

“Abbiamo cercato di migliorare il Fondo per la montagna previsto dal Decreto Sostegni, provando a riequilibrare la ripartizione delle risorse su tutte le regioni,...

Fitoche, un progetto per salvare la montagna veneta, gli allevamenti e le produzioni

Il presidente Floriano De Franceschi: "un'iniziativa trasversale, con partner i cinque caseifici veneti di montagna, gli allevamenti ed il mondo della ricerca universitaria" Vicenza, 7...

Nuovo punto vaccinale a Sedico con Luxottica

Belluno, 7 maggio 2021 – L’Ulss Dolomiti, Comune di Sedico e Luxottica hanno definito congiuntamente un percorso collaborativo per attivare un nuovo Centro vaccinale...
Share