13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 18, 2021
Home Riflettore Sanità veneta. Il capogruppo Pdl Bond tranquillizza sulle dichiarazioni dell'assessore regionale Coletto

Sanità veneta. Il capogruppo Pdl Bond tranquillizza sulle dichiarazioni dell’assessore regionale Coletto

Dario Bond
Dario Bond

“L’assessore regionale Coletto non può aver negato la specificità!- afferma Dario Bond, capogruppo Pdl in consiglio regionele –  Durante l’audizione in Commissione Sanità su dati di riparto e metodologia da applicare si è stabilito, assieme al segretario generale Mantoan, che le specificità – montagna, laguna e Polesine – potranno contare sulla stessa attenzione avuta in passato. Questo concetto è stato ribadito anche durante il Consiglio straordinario sulla Sanità. E’ evidente che se dovessimo applicare i costi standard delle tre Usl più virtuose avremo una media ottimale dei costi dei vari settori che costituiscono la spesa sanitaria. Ma è altrettanto evidente che quelle aree già individuate per la particolarità territoriale, in cui i disagi sono strutturali, dovranno poter continuare a far conto sull’attribuzione di una quota maggiorata del 25% della spesa media regionale. Sono certo che l’assessore Coletto non può aver semplicemente detto che ‘una Asl non può sostenere che costa di più perché ha l’eliambulanza o è in laguna’ perché sarebbe un ragionamento illogico. Sono convinto che ci sia stata una interpretazione che è andata oltre e quindi invito l’assessore alla Sanità della Regione del Veneto a chiarire e rafforzare pubblicamente quanto abbiamo detto e spiegato anche in Aula consiliare.
Comunque sia, garante di tutto è il Presidente Zaia che, tra l’altro, abita a una ventina di chilometri dalla nostra montagna e sa quali sono i disagi, i problemi e le condizioni di questa parte del Veneto.

Luca Coletto
Luca Coletto

Coletto, infatti, ha precisato: “Non mi sogno nemmeno di mettere in discussione l’esistenza delle specificità di montagna e laguna, che anche nel prossimo riparto del fondo sanitario sono conteggiate. Lo prevedono anche le norme vigenti”. “Non solo – aggiunge Coletto – ma anche nella definizione e applicazione dei costi standard le specificità territoriali saranno tenute nella debita considerazione”. Ma poi aggiunge: “Ciò non vuol dire – conclude Coletto – che possano esserci alibi per nessuno: se e dove emergeranno inefficienze nella spesa interverremo, a prescindere dal dove”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Sopralluogo nelle ski aree. Bortoluzzi e De Toni: «Il sistema è in sofferenza. Per questo abbiamo varato la manovra da 500mila euro per gli...

Il turismo invernale è in netta difficoltà. E la Provincia ha voluto verificare la situazione. Nei giorni scorsi, i consiglieri provinciali Danilo De Toni...

Nevicate eccezionali. Vitturi (Lav): “Si sospenda immediatamente la caccia”

“Chiediamo al presidente Zaia un rapido intervento per mettere in sicurezza gli animali sospendendo immediatamente la caccia nelle province interessate dall’emergenza ambientale – dichiara...

Feltre, cestini e cassonetti rifiuti. Forlin: “Insufficienti nel numero e per celerità di svuotamento”

"E’ datata 02/04/2018 l'interpellanza presentata dalla sottoscritta alla attuale amministrazione con la richiesta di implementazione dei cestini presenti in città di Feltre, sia per...

Accordo Enel-Provincia. Vivaio: “Dieci anni di incontri e manifestazioni stanno iniziando a dare qualche risultato”

Dopo anni di battaglie sembra si stia prendendo la direzione giusta. L'accordo Enel-Provincia si sta indirizzando nel verso giusto, con un piano di manutenzione...
Share