13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Prima Pagina Nella settimana Europea della Democrazia Locale, il Comune di Feltre difende la...

Nella settimana Europea della Democrazia Locale, il Comune di Feltre difende la sanità feltrina

Dall’11 al 17 ottobre si tiene la Settimana Europea della Democrazia Locale (SEDL), che è un evento annuale che prevede l’organizzazione di iniziative locali e nazionali messe in atto nello stesso periodo dagli  enti locali di tutti gli stati membri del Consiglio d’Europa per rafforzare la conoscenza della Democrazia Locale e  promuovere la partecipazione democratica in ambito locale. La data è volutamente simbolica, in quanto per promuovere questi eventi il Consiglio d’Europa ha scelto la settimana del 15 Ottobre in modo da celebrare il processo di ratifica della Carta Europea delle Autonomie Locali, iniziato appunto il 15 Ottobre 1985, ma le manifestazioni  e gli eventi si possono svolgere in un arco temporale più ampio. Il Comune di Feltre ha segnalato l’iniziativa che si è tenuta Lunedì 4 ottobre: un’audizione con le 40 associazioni locali e del Primiero che avevano sottoscritto un documento a salvaguardia della sanità feltrina, promosso dal Lions di Feltre, ed organizzata dall’Esecutivo della Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 2. L’incontro, che si è tenuto nella sala Piccolotto del Presidio ospedaliero di Feltre, con la presenza dei rappresentanti di 16 delle associazioni firmatarie, dell’Esecutivo e dei Sindaci dell’Ulss, della Direzione strategica dell’Ulss n°2 e dei rappresentanti della Comunità del Primiero e delle associazioni del Primiero. Gli intervenuti, tra cui il Presidente del Primiero, hanno sottolineato la necessità di garantire adeguati finanziamenti all’Ulss che ha alto indice di dispersione e disagio territoriale, elevato indice di vecchiaia, di garantire la struttura e l’operatività dell’Ospedale di rete di Feltre, imprescindibile riferimento per il territorio e per il Primiero, con la prospettiva anche di ampliare la gamma delle collaborazioni in ambito socio-sanitario territoriale. Per garantire questo processo è indispensabile una autonomia gestionale e direzionale che risponde con sollecitudine alle sfide di qualità ed efficenza del processo in modo autorevole ed autonomo. Il Presidente ha impegnato la Conferenza ad un attenta valutazione delle proposte delle associazioni e quindi, con il contributo della Direzione dell’Ulss,  ad una risposta complessiva sulle prospettive di sviluppo del sistema socio-sanitario regionale in ambito locale, che tenga conto delle indicazioni ricevute.

Share
- Advertisment -

Popolari

Rete elettrica. Incontro Provincia-Terna-ministro D’Incà. Padrin: «Chiediamo a Terna di conoscere i piani relativi all’intero Bellunese»

La Provincia di Belluno ha incontrato oggi i vertici di Terna, per continuare a ragionare dei miglioramenti infrastrutturali che riguardano le reti elettriche del...

Grandi opere. Padrin: «Belluno assente ma lavoriamo affinché le Olimpiadi risolvano i nostri gap». Bond: «Ennesima dimenticanza del Bellunese»

«Non posso dire di non essere sorpreso. Ma sicuramente le strategie relative alle Olimpiadi, pur non rientrando espressamente nella lista grandi opere per il...

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...
Share