13.9 C
Belluno
giovedì, Gennaio 21, 2021
Home Prima Pagina Himalayan Experience 2010 al via

Himalayan Experience 2010 al via

Inizia il viaggio di 4  giovani cadorini con destinazione il campo base dell’Annapurna  (Nepal), a 4.200 mt di altitudine.Domani, domenica 3 ottobre, Matteo Gracis, Riccardo Vianello, Marco  Faccin e Davide Migliorin, partiranno da Milano Malpensa alla volta di  Kathmandu, la capitale nepalese.Lì si fermeranno solo alcuni giorni, il tempo necessario per  ambientarsi e acquistare le ultime attrezzature per il trekking, che  inizierà il 7 ottobre da Pokhara, cittadina ai piedi della catena himalayana. Gracis, l’organizzatore del viaggio, racconta così la partenza: “E’  tutto pronto, valigie e zaini carichi, documenti e biglietti aerei apposto, amici e parenti salutati. Si parte. Finalmente si parte!. E così ci si lascia alle spalle un po’ tutto: le preoccupazioni della vita quotidiana, gli impegni, gli appuntamenti, tutto scorre via leggero. L’andare, diventa l’unica cosa giusta da fare e realmente  importante.C’è chi è più nervoso, chi più tranquillo, chi realizza di essere in 
viaggio solo quando è in volo, chi in viaggio lo è già da settimane,  da quando sono iniziati i preparativi. Ognuno la vive a modo suo. Ma  la partenza, soprattutto in viaggi un po’ particolari come questo, è 
sempre un momento carico di energia: segna l’inizio di una nuova  avventura, di una nuova storia, di un qualcosa che in un modo o  nell’altro, poco o tanto, cambierà per sempre le nostre vite. E così 
sia!” Questo si legge sul blog del viaggio, all’indirizzo www.himalayanexperience.wordpress.com
, che ha totalizzato oltre 1.000 visite uniche in poche settimane. Il sito, epicentro del progetto Himalayan Experience, contiene già  diversi articoli relativi alla preparazione e all’organizzazione del 
trekking. Da ora in poi, i ragazzi proveranno ad aggiornarlo durante il viaggio, come una sorta di diario on-line in diretta web.  Naturalmente durante il trekking sarà difficile collegarsi ad internet  quindi, assicura Gracis, verranno pubblicati in seguito una serie di  articoli con il resoconto completo. L’intento è quello di raccontare,  di condividere, di documentare. Sono previsti inoltre dei collegamenti con Radio Club 103 e infine una  mostra fotografica al Gran Caffè Tiziano di Pieve di Cadore, da fine novembre. Il progetto ha ottenuto il sostegno anche di alcuni partner  locali, tra cui il negozio di materiale sportivo Sportler e l’agenzia Marmarole VIaggi.

Share
- Advertisment -

Popolari

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...

Arpav nuovamente commissariata. Gruppo Pd Veneto: la tutela ambientale non è una priorità per la Regione”

Venezia, 21 gennaio 2021 - "Siamo sbalorditi dall'ennesimo cambio al vertice di Arpav, con l'Agenzia commissariata ad appena un anno e quattro mesi dall'insediamento del...

Sei aule nuove con i moduli prefabbricati al liceo Galilei. Bogana: «Nuovi spazi per il ritorno della didattica in presenza»

Si sono conclusi ieri i lavori di installazione dei moduli prefabbricati a liceo scientifico Galilei. Da lunedì le strutture posizionate nel cortile della scuola...
Share