13.9 C
Belluno
sabato, Giugno 22, 2024
HomeLavoro, Economia, TurismoSISTRI: proroga al 1° gennaio 2011 della tracciabilitàdei rifiuti

SISTRI: proroga al 1° gennaio 2011 della tracciabilitàdei rifiuti

Maurizio Ranon direttore Appia
Maurizio Ranon direttore Appia

Alla fine il buon senso, non sempre accade nel nostro Paese, ha avuto la meglio e il Ministero dell’Ambiente, avuto il nulla osta dalla Corte dei Conti, con proprio decreto che dovrebbe essere pubblicato oggi nella Gazzetta Ufficiale, ha disposto un rinvio dell’obbligatorietà di utilizzo del SISTRI (il nuovo sistema telematico di tracciabilità dei rifiuti) dal 1° ottobre 2010 al 1° gennaio 2011. Ad affermarlo è il direttore dell’APPIA, Maurizio Ranon che esprime la propria soddisfazione per un decreto che concede più tempo per espletare le procedure di consegna dei dispositivi e per verificarne il loro funzionamento anche se i problemi – che erano stati evidenziati con una nota dell’Associazione al Prefetto di Belluno affinché potesse farsi portavoce di una richiesta di proroga presso gli organi competenti – non sono stati tutti completamente superati. Tecnicamente, fa notare il responsabile del servizio ambiente dell’APPIA Lino Viel, il provvedimento  prevede una fase di test operativo dal 1° ottobre al 31 dicembre durante la quale le imprese possono prendere familiarità   con il nuovo sistema. Durante tale fase permane l’obbligo di utilizzare i registri di carico e scarico e i formulari per il trasporto dei rifiuti come fino ad ora utilizzati con le relative sanzioni in caso di comportamenti non conformi. Il decreto prevede inoltre che entro il 30 novembre 2010 dovrà essere terminata la consegna delle chiavette USB e delle black box e che le imprese, qualora dovessero riscontrare alfunzionamenti nei dispositivi o illeggibilità dei PIN, PUK, password e UID, dovranno segnalarlo a mezzo fax al n. 800050863 del SISTRI

- Advertisment -

Popolari