13.9 C
Belluno
giovedì, Settembre 24, 2020
Home Cronaca/Politica Lunedì pomeriggio consiglio comunale: ulteriore test di sopravvivenza per la giunta Prade,...

Lunedì pomeriggio consiglio comunale: ulteriore test di sopravvivenza per la giunta Prade, assediata dal fuoco amico: 6 consiglieri del Pdl chiedono conto dei mancati rinnovi dei contratti agli infermieri esterni della Ser.Sa

Doppio appuntamento per il consiglio comunale di Belluno, convocato d’urgenza venerdì pomeriggio alle ore 18 sulla questione delle tribune mobili. E poi ancora lunedì 27 alle ore 15.30 con un interessante e corposo ordine del giorno, fitto di interrogazioni. Ma sarà il consiglio comunale di lunedì quello che deciderà le sorti della giunta Prade. Perché leggendo i vari punti, balzano immediatamente agli occhi una serie di interrogazioni spinose per questa giunta. Che oltre a rendere conto all’opposizione, dovrà rendere conto alla sua maggioranza. Ci sono infatti sei consiglieri del Pdl, Roberto Hellweger Barichello (che tra l’altro lavora alla Ser.Sa e dunque conosce il problema), Lorenzo Bortoluzzi, Domenica Piol, Antonio Marrone, Michele Palumbo e Giovanni Fontana che chiedono spiegazioni sui motivi che hanno impedito di prolungare i contratti in scadenza e di effettuare nuove assunzioni presso la società partecipata del Comune di Belluno e Uls n.1 Ser.Sa. Da notare che, ad eccezione di Fontana e Bortoluzzi, gli altri facevano parte dei cosiddetti “dissidenti”. Della questione Ser.Sa ne aveva parlato anche Bellunopress (http://www.bellunopress.it/2010/09/16/prade-un-robin-hood-al-rovescio-che-toglie-ai-poveri-per-dare-ai-ricchi-lascia-a-casa-gli-infermieri-contrattisti-della-casa-di-riposo-ma-da-il-via-libera-alla-profumata-consulenza-di-300mila-euro/) ed evidentemente turba anche la stessa maggioranza. C’è Massaro (Pd) che incalza sulla Nis (società al 100% del Comune) e i suoi progetti faraonici del Nevegal che costano già 300mila euro al consulente svizzero. Eppoi anche la questione sollevata da Celeste Balcon (patto per Belluno) degli scuolabus, il cui servizio è passato a una Onlus  di Spinea che per assumere autisti e accompagnatrici ha chiesto loro di entrare come soci pagando una quota di 1400 euro!  Insomma, ce n’è abbastanza per rigirare a fuoco lento ed arrostire la giunta Prade. Ma tutto è possibile, perché dal suo cappello magico il primo cittadino potrebbe trovare i voti che gli servono per tenere in piedi la sua giunta. Già al precedente consiglio comunale e poi a mezzo stampa, abbiamo assistito a un sorprendente flirt politico fatto di reciproche dichiarazioni convergenti tra Prade e l’ex rivale Zoleo (era la candidata a sindaco del centrosinistra contro Prade alle ultime amministrative) che oggi, uscita dal Pd e poi anche dal Patto per Belluno, ha il suo gruppo “con Belluno” insieme alla Toscano.
Ecco il dettaglio dell’ordine del giorno del consiglio comunale di lunedì 27 settembre ore 15,30 a Palazzo rosso.

2^ integrazione Programma Triennale OO.PP 2010/2012 ed elenco annuale 2010;
Verifica dello stato di attuazione dei programmi e riequilibrio generale di Bilancio  – Approvazione;
Indirizzi in ordine alla  possibile istituzione dell’Avvocatura Civica;
Sviluppo dell’aeroporto  civile di Belluno “Arturo dell’Oro” – 1^ Fase – Approvazione strumento urbanistico guida (master plan);
Rettifica  –tabella  A- del Regolamento per l’assegnazione temporanea di alloggi sociali;
Approvazione modifiche al regolamento per l’utilizzo delle sale e degli spazi comunali assegnati al settore cultura;
Legge Regionale 4.3.2010 n. 18 – Modifica regolamento comunale per i servizi funebri e dei cimiteri;
INTERROGAZIONI
8. Interrogazione del Cons. Jacopo Massaro (L’Ulivo-Pd) relativa  a investimenti Società NIS;
9. Interrogazione dei Conss.  Roberto Hellweger Barichello, Lorenzo Bortoluzzi, Domenica Piol, Antonio Marrone, Michele Palumbo e Giovanni Fontana (Popolo della Libertà) relativa alla  impossibilità di prolungare  i contratti in scadenza e di effettuare nuove assunzioni presso la  società partecipata SER.SA;
10. Interrogazione  del Cons. Roberto De Moliner (L’Ulivo-Pd) relativa alle indagini geologiche in via Gregorio XVI e alla situazione burocratica del PUA comunemente chiamato Piazza di Mussoi;
INTERROGAZIONI INSERITE AI SENSI DELL’ART.  60 DEL REGOLAMENTO
11. Interrogazione  del Cons. Roberto De Moliner (L’Ulivo-Pd) relativa al Campo sportivo di Tisoi:  – Modalità di finanziamento per la realizzazione del tappeto erboso  e tempi per  l’ultimazione dei lavori di ampliamento degli spogliatoi;
12. Interrogazione del Cons. Lorenzo Bortoluzzi (Popolo della Libertà) relativa alla gestione dell’attività sportiva al Palasport;
13. Interrogazione  dei Conss. Domenica Piol, Hellweger Rocco Barichello e  Antonio Marrone (Popolo della Libertà) relativa  alla situazione della strada comunale “AI PIAI” in Visome;
14. Interrogazione del Cons. Jacopo Massaro (L’Ulivo-Pd) relativa a SER.SA – Sperimentazione, prospettive future e situazione del personale;
15. Interrogazione del Cons. Celeste Balcon (Patto per Belluno) relativa alla cabina  ENEL  di Via Francesco Pellegrini (loc. Cavarzano);
16. Interrogazione del Cons. Celeste Balcon (Patto per Belluno) relativa al taglio delle siepi;
17. Interrogazione del Cons. Celeste Balcon (Patto per Belluno) relativa al servizio scuolabus.

Share
- Advertisment -



Popolari

Ulss Dolomiti. Pubblicato il bando per direttore di Chirurgia vascolare. Ristrutturazione dell’ospedale di Lamon

E’ stato approvato il bando per la ricerca del direttore della Unità Operativa complessa di Chirurgia Vascolare. L’Unità Operativa Complessa, prevista dalle schede di dotazione...

Fondazione Teatri delle Dolomiti: Tiziana Pagani Cesa è la nuova presidente

Patrizia Burigo, Tiziana Pagani Cesa e Ivan Borsato i nuovi componenti del comitato di gestione della Fondazione Teatri delle Dolomiti. L'incarico di presidente è...

Puliamo il Mondo. Oltre 60 gli appuntamenti di Legambiente nel Veneto 

Il coronavirus non ferma Puliamo il Mondo. Domani, in concomitanza alla Giornata mondiale di azione per la giustizia climatica, e per tutto il week-end...

Elettrodotto Terna. Vivaio Dolomiti: “Portarlo sul canale autostradale è l’unica soluzione”

"Lo studio dei tecnici cui la Provincia si è affidata, non fa che ribadire quanto noi sosteniamo da anni. E' ovvio che l'unica soluzione...
Share