13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Cronaca/Politica Casa di riposo: la giunta Prade vuole il collasso dei servizi agli...

Casa di riposo: la giunta Prade vuole il collasso dei servizi agli anziani con i tagli alla municipalizzata Sersa

Iacopo Massaro capogruppo Pd in consiglio comunale di Belluno
Iacopo Massaro capogruppo Pd in consiglio comunale di Belluno

<<Occorre intervenire urgentemente a sostengo della Sersa.: lo sforamento del patto di stabilità da parte del Comune di Belluno ha reso impossibile sostituire il personale che va via nel 2010>>. Lo afferma Jacopo Massaro, Capogruppo del PD in Consiglio Comunale di Belluno. <<Secondo gli uffici comunali>>, spiega, <<sono almeno una dozzina gli operatori partiti o in partenza nel 2010 che non potranno essere sostituiti dalla Casa di Riposo a causa dello sforamento del Comune di Belluno. Ma le cose non andranno bene neppure nel futuro, perché il decreto anticrisi recentemente approvato dal Parlamento e l’evoluzione normativa stanno imponendo gli stessi vincoli di bilancio degli Enti Pubblici anche alle Società partecipate; a ciò si aggiunge l’obbligo, entro l’anno prossimo, di liquidare tutte le partecipazioni societarie comunali tranne che una>>. <<Il rischio – continua Massaro – è che nel breve termine si metta a rischio la qualità dei servizi a causa della carenza del personale, e che nel medio-lungo termine i comuni che avevano optato per l’utilizzo della società partecipate vedano vanificarsi gli effetti positivi dovuti alla tradizionale loro maggior flessibilità rispetto agli Enti Pubblici; e questo paradossalmente riguarda anche le formule organizzative innovative che sono state un successo, come nel caso della Sersa>>. La Sersa, società ad intero capitale pubblico compartecipata da ULSS e Comune di Belluno, era un modello sperimentale che si vociferava sarebbe stato esportato a breve anche in altre realtà provinciali. <<Purtroppo, la situazione attuale – spiega Massaro – mette in difficoltà tutti, a prescindere dal modello organizzativo adottato. Occorre quindi interrogarsi urgentemente su quale sia la formula migliore per mantenere un elevato livello di qualità dei servizi sociosanitari sia in relazione al complesso nuovo quadro normativo, sia in relazione alla pressante necessità di economie di scala. Direi che questo è uno dei più pressanti terreni di confronto politico locale>>. Nel frattempo, Massaro ha presentato una interrogazione per chiedere se la sperimentazione della Sersa sia terminata o meno: <<è dalla primavera che la Giunta ci rassicura sulla fine della sperimentazione e del passaggio a definitività, ma a tutt’oggi non sappiamo più nulla, neppure se sia stata mandata in Regione la relazione conclusiva>>.

Share
- Advertisment -

Popolari

Sabato a Borgo Piave la presentazione del libro di Gobbato, Borovnica e altri campi di Tito

La Lega Nazionale delegazione di Belluno, in accordo e collaborazione con il Circolo culturale La Terra dei Padri - Belluno, commemorerà la Giornata del...

Barbecue a gas: “La cucina all’aperto diventa un’esperienza indimenticabile con i nuovi barbecue a gas”

I barbecue a gas, sostituiscono in tutto e per tutto il tuo fornello di casa e vengono utilizzati per cucinare all’aperto. Hanno due modalità...

Terremoto in Turchia e Siria. Zaia: “Personale sanitario specializzato pronto a partire”

Venezia, 6 febbraio 2023  “Personale sanitario specializzato in maxi emergenze del SUEM della Regione Veneto, medici e infermieri, è pronto a partire verso le zone...

Dolomiti Bellunesi sotto i riflettori. A Casa Sanremo è cominciata l’avventura

Ospiti di giornata Loris Capirossi con l'auto disegnata da Giorgio Pirolo, Nicole Mazzocato, Olimpiadi e sport invernali Primo giorno di Dolomiti Bellunesi a Casa Sanremo....
Share