13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Lettere Opinioni Feltre: al centro storico “morto” non serve una funicolare

Feltre: al centro storico “morto” non serve una funicolare

Quarantaquattro metri di dislivello per passare da Pra’ del Moro al centro storico con un accesso meccanizzato dietro il Colle delle Capre. In merito alla funicolare, vorrei dire che io sono stato in alcune cittadine della Toscana, dove i centri storici si possono paragonare a quelli di Feltre. Ma lì non ho visto funicolari. La gente (numerosa) si incamminava per le vie (non pianeggianti) e arrivava fino in cima perché era attratta da quello che veniva offerto all’interno. Sono anni che si parla della lenta morte del centro storico (la “città museo”) e non si fa nulla per evitarla. Almeno proviamo a copiare altre zone d’Italia. Un tentativo deve essere fatto: serve un po’ di buona volontà e forse nemmeno molti soldi da spendere. Il tutto deve essere fatto in collaborazione di chi, da questo, potrebbe anche trarne vantaggio economico. Chiunque fosse interessato ad approfondire l’argomento, può trovarci sul gruppo facebook “Feltre a cinque stelle”.
Moreno Scopel
MoVimento Cinque Stelle
FELTRE

Share
- Advertisment -

Popolari

Arresti domiciliari e obbligo di dimora per due giustizieri

Questa mattina la Squadra Mobile di Belluno ha eseguito un’ordinanza cautelare, emessa nella giornata di ieri dall’Ufficio GIP presso il Tribunale di Belluno su...

Elettrodotto in Valbelluna. Vivaio: attenti a Terna, cerca un varco per imporre un progetto anacronistico

"Leggiamo oggi sulla stampa il nulla di fatto riguardo l'incontro avuto dalla Provincia con Terna. A differenza di Enel, Terna gioca a rimpallare la...

Emergenza Covid: da domani attivo il nuovo drive-in per i tamponi nella zona industriale di Paludi

Novità importante per tutta la Conca dell’Alpago. Da domani, sabato 23 gennaio, sarà  attivo il nuovo drive-in per l’effettuazione dei tamponi gestito dall’Ulss 1...

Commissariamento Arpav: pieno caos. La denuncia delle Rappresentanze sindacali

Ente Regione, Presidente Zaia, Comitato d’Indirizzo, crediamo sia necessario ribadire con chiarezza la nostra preoccupazione ed il nostro forte disagio per la situazione creatasi in ARPAV...
Share